Sign up with Email

Already have an account? Login


1 di 50 
"I fattori associabili al rischio di caduta sono distinti in intrinseci ed estrinseci. Quale tra quelli riportati non e' un fattore intrinseco"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Sono tutti fattori intrinseci.

B) Il deterioramento dello stato mentale.

C) L'anamnesi positiva per precedenti cadute.

D) L'incontinenza.

E) L'eta' > 65 anni.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Sono tutti fattori intrinseci.'.

2 di 50 
"Quale tra questi non e' un parametro incluso nella Glasgow Coma Scale pediatrica"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Tutti i parametri sono inclusi nella Glasgow Coma Scale (G.C.S).

B) Risposta motoria.

C) Risposta verbale.

D) Apertura occhi.

E) Pianto.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Pianto.'.

3 di 50 
"Il processo di nursing e il metodo clinico costituiscono"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Rispettivamente il procedimento mentale che adottano gli infermieri e quello adottato dagli infermieri con competenze avanzate.

B) Una metodologia simile ma non uguale: la prima riguarda gli infermieri, la seconda gli OSS.

C) La stessa metodologia: rappresentano il procedimento mentale che gli infermieri adottano nel diagnosticare e gestire i problemi del paziente.

D) Nessuna delle affermazioni e' corretta.

E) Una metodologia di lavoro per dare le consegne e garantire la continuita' dell'assistenza, da attuare nelle cure di comunita' o in ospedale.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'La stessa metodologia: rappresentano il procedimento mentale che gli infermieri adottano nel diagnosticare e gestire i problemi del paziente.'.

4 di 50 
"Qual e' la corretta sequenza per effettuare una medicazione di una ferita chirurgica addominale"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Si procede con movimenti rettilinei dall'alto verso il basso.

B) Si procede con movimenti rettilinei dall'esterno all'interno.

C) Si procede per quadranti: dal superiore esterno all'inferiore interno.

D) Si procede con leggeri tamponamenti dall'alto verso il basso.

E) Si procede con movimenti circolari dal centro della ferita verso l'esterno.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Si procede con movimenti circolari dal centro della ferita verso l'esterno.'.

5 di 50 
"Osserva la figura riportata nell'Allegato n. 4, viene utilizzata per"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Nessuna risposta e' corretta.

B) Monitorare i parametri nei pazienti assistiti a domicilio.

C) Valutare il rischio cardiovascolare.

D) Valutare il rischio di un tumore polmonare.

E) Valutare il rischio di ictus.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Valutare il rischio cardiovascolare.'.

6 di 50 
"Rispetto alla diagnosi infermieristica indicata di seguito "rischio di incontinenza d'urgenza correlata a difficolta' nella deambulazione secondaria ad ictus" indica la parte che ritieni mancante"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) La causa.

B) Le caratteristiche definenti.

C) La diagnosi e' completa.

D) I fattori di rischio.

E) Il problema.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'La diagnosi e' completa.'.

7 di 50 
"Una delle seguenti formule esprime il modo corretto di calcolare l'incidenza delle Lesioni da Decubito (LdD)."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Nessuna risposta e' corretta.

B) Numero di pazienti con LdD / totale pazienti presenti x 100.

C) Numero di pazienti con LdD / totale pazienti presenti.

D) Numero di nuove LdD / totale giornate di degenza x 1000.

E) Numero di pazienti con LdD acquisita in ospedale / totale pazienti presenti.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Numero di nuove LdD / totale giornate di degenza x 1000.'.

8 di 50 
"La tecnica di apertura delle vie aeree prevede 3 manovre:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Iperestensione del capo, controllo della cavita' orale, posizionamento della cannula faringea

B) Iperestensione del capo, sollevamento del mento, controllo della cavita' orale.

C) Iperestensione del capo, posizionamento della cannula faringea, sollevamento del mento.

D) Sollevamento del mento, posizionamento della cannula faringea, rimozione dei corpi estranei.

E) Sollevamento del mento, controllo della cavita', posizionamento della cannula.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Iperestensione del capo, sollevamento del mento, controllo della cavita' orale.'.

9 di 50 
"Indica quale delle seguenti descrizioni e' la piu' completa e corretta nel definire le caratteristiche della Lesione da Decubito (LdD) di 2° stadio."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Sede: sacrale. Dimensioni: 2,1 mm x 3,5 mm. Fondo: granulazione. Essudato: scarso. Bordo arrossato. Cute circostante macerata. Fistole: assenti. Segni di infezione: assente. Lesione non maleodorante. Ferita a spessore parziale che coinvolge l'epidermide e/o il derma. La lesione e' superficiale e clinicamente si presenta come una abrasione, vescicola o cratere poco profondo.

B) Sede: sacrale. Dimensioni: 20 mm x 35 mm. Fondo: granulazione. Essudato: scarso. Bordo arrossato. Cute circostante macerata. Fistole: assenti. Segni di infezione: assente. Lesione non maleodorante. Ferita a tutto spessore che implica danno o necrosi del tessuto sottocutaneo che puo' estendersi fino alla fascia muscolare senza attraversarla; la lesione si presenta clinicamente come una profonda cavita' che puo' presentare dei tratti sotto minati.

C) Sede: sacrale. Dimensioni: 20 mm x 35 mm. Fondo: granulazione. Essudato: scarso. Bordo arrossato. Cute circostante macerata. Fistole: assenti. Segni di infezione: assente. Eritema della cute integra non reversibile alla digito compressione. La lesione e' superficiale e clinicamente si presenta come una abrasione, vescicola o cratere poco profondo.

D) Nessuna delle risposte e' corretta.

E) Sede: sacrale. Dimensioni: 20 mm x 35 mm. Fondo: granulazione. Essudato: scarso. Bordo arrossato. Cute circostante macerata. Fistole: assenti. Segni di infezione: assente. Lesione non maleodorante. Ferita a spessore parziale che coinvolge l'epidermide e/o il derma. La lesione e' superficiale e clinicamente si presenta come una abrasione, vescicola o cratere poco profondo

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Sede: sacrale. Dimensioni: 20 mm x 35 mm. Fondo: granulazione. Essudato: scarso. Bordo arrossato. Cute circostante macerata. Fistole: assenti. Segni di infezione: assente. Lesione non maleodorante. Ferita a spessore parziale che coinvolge l'epidermide e/o il derma. La lesione e' superficiale e clinicamente si presenta come una abrasione, vescicola o cratere poco profondo'.

10 di 50 
"Ti trovi in una Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) e l'operatore socio sanitario collabora all'attuazione del piano assistenziale di un paziente che ha superato la fase acuta e sta recuperando l'autonomia nella deambulazione. Quale tra le seguenti indicazioni fornisci all'operatore che assiste il paziente"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Non supportare il paziente per brevi momenti e verifica con attenzione il suo equilibrio.

B) Supporta il paziente ma lascia che sia lui stesso a fare l'andatura.

C) Tieni saldamente il "girello" utilizzato dal paziente per camminare.

D) Nessuna indicazione e' corretta.

E) Interrompi di tanto in tanto l'andatura e fai riposare l'assistito.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Supporta il paziente ma lascia che sia lui stesso a fare l'andatura.'.

11 di 50 
"Nella valutazione della persona anziana, l'area psico-emozionale puo' essere indagata attraverso il seguente strumento"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Neuropsychiatric Inventory.

B) Clinical Dementia Rating Scale.

C) Geriatric Depression Scale.

D) Mini Mental State Examination.

E) Cumulative Illness Rating Scale.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Geriatric Depression Scale.'.

12 di 50 
"Nel tracciato elettrocardiografico riportato nell'Allegato n. 3, il complesso QRS rappresenta:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) La ripolarizzazine ventricolare.

B) La depolarizzazione del miocardio ventricolare.

C) Nessuna risposta e' corretta.

D) La depolarizzazione del miocardio atriale.

E) Il tempo di conduzione all'interno del nodo atriale.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'La depolarizzazione del miocardio ventricolare.'.

13 di 50 
"Il protocollo per la somministrazione di eparina prevede l'infusione di una soluzione con concentrazione pari a 50.000 Unita' / 50 ml. Se la velocita' di infusione della soluzione e' di 2 ml/ora, quante unita' di eparina sono state somministrate dopo 20 ore."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) 5.000 U.

B) 40.000 U.

C) 20.000 U.

D) 10.000 U.

E) 100.000 U.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la '40.000 U.'.

14 di 50 
"E' una caratteristica dell'accreditamento istituzionale"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Tutte le risposte sono corrette.

B) Essenziale.

C) Obbligatorio.

D) Normato.

E) Autorizzativo.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Tutte le risposte sono corrette.'.

15 di 50 
"Quale tra le seguenti affermazioni e' piu' rappresentativa dell'attuale concetto di caring nell'infermieristica secondo J. Watson"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Processo di individuazione delle diagnosi infermieristiche, pianificazione degli interventi e applicazione del piano infermieristico.

B) Nessuna delle risposte e' adeguata a rappresentare l'attuale concetto di caring.

C) Processo di presa in carico e accompagnamento del paziente basato sulla motivazione degli infermieri.

D) Processo di cura e assistenza infermieristica esclusivo degli infermieri.

E) Processo interpersonale caratterizzato da un nursing esperto, sensibilita' personale e una relazione profonda.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Processo interpersonale caratterizzato da un nursing esperto, sensibilita' personale e una relazione profonda.'.

16 di 50 
"Quale delle seguenti preparazioni farmacologiche appartiene alla categoria delle soluzioni di elettroliti concentrati."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Cloruro di potassio (KCl) < 1 mEq/ml.

B) Cloruro di sodio (NaCl) 2 mEq/ml.

C) Cloruro di sodio (NaCl) 0.9 %.

D) Fosfato di potassio (K3PO4) < 1 mEq/ml.

E) Soluzione glucosata al 20%.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Cloruro di sodio (NaCl) 2 mEq/ml.'.

17 di 50 
"Stai assistendo il Signor Rossi in terapia con anticoagulante orale (warfarin compresse). Considerata la sua condizione di instabilita', prima di somministrare il farmaco controlleresti i valori di"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) INR e PT.

B) TTP e Didimero.

C) PT e Didimero.

D) INR e TTP.

E) TTP e Fibrinogeno.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'INR e PT.'.

18 di 50 
"Una paziente seguita a domicilio ha in corso una terapia continuativa con dei farmaci beta 2 agonisti. Qual e' un possibile effetto collaterale della terapia assunta"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Bradicardia.

B) Costipazione.

C) Edemi arti inferiori.

D) Aritmia.

E) Prurito.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Aritmia.'.

19 di 50 
"Identifica le caratteristiche della guarigione per prima intenzione delle ferite."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) E' una caratteristica che puo' interessare le ferite lacero contuse e raramente si complica in processi infettivi.

B) Il processo di guarigione comincera' dal fondo della ferita con un tessuto di granulazione che procedera' risalendo verso l'alto fino a raggiungere lentamente la superficie.

C) Lo spazio tra i lembi della cute e' virtuale e viene occupato dal tessuto cicatriziale. E' una modalita' molto lenta e richiede medicazioni continue.

D) Interessa prevalentemente le ferite da ustione ed esita in una cicatrice minima.

E) E' un processo tipico delle ferite chirurgiche, lo spazio tra i lembi della cute e' virtuale e viene occupato dal tessuto cicatriziale.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'E' un processo tipico delle ferite chirurgiche, lo spazio tra i lembi della cute e' virtuale e viene occupato dal tessuto cicatriziale.'.

20 di 50 
"Tra i numerosi modelli organizzativi esiste il modello del Case Manager e del Primary Nurse. La differenza sostanziale tra i due e' riportata in solo una delle affermazioni di seguito indicate: quale?"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Il case manager prende in carico il percorso assistenziale del paziente; il primary nurse prende in carico il paziente sviluppando il piano assistenziale.

B) Il case manager gestisce il caso critico e complesso tra i pazienti ricoverati in reparto; il primary nurse e' l'infermiere che ha funzioni primarie rispetto agli altri su un gruppo di pazienti.

C) Il case manager gestisce i sintomi dei paziente; il primary nurse garantisce la regia assistenziale presidiando il percorso clinico.

D) Il case manager e' il responsabile del piano assistenziale; il primary nurse garantisce la gestione del percorso assistenziale.

E) Il case manager sviluppa le linee guida per i pazienti ricoverati e in Day Hospital; il primary nurse sviluppa le clinical pathways.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Il case manager prende in carico il percorso assistenziale del paziente; il primary nurse prende in carico il paziente sviluppando il piano assistenziale.'.

21 di 50 
"Viene ricoverato dal pronto soccorso un paziente con questo inquadramento clinico: paziente femmina di 50 anni, presente sudorazione, tremore, palpitazioni, debolezza generale, glicemia 220 mg/dl, riferisce nelle ultime due settimane polidipsia e poliuria, aumento dell'appetito e sovrappeso. Quale potrebbe essere il sospetto diagnostico"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Diabete tipo I.

B) Diabete insipido.

C) Probabilmente e' affaticata da un'intensa attivita' fisica.

D) Diabete tipo II.

E) Diabete tipo I e II.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Diabete tipo II.'.

22 di 50 
"Nella farmacia e nelle strutture autorizzate, le soluzioni elettrolitiche concentrate per uso endovenoso devono essere conservate separate da altri farmaci, in armadi ove possibile chiusi ed in contenitori separati. Quale dei seguenti contenitori per le fiale deve essere dotato del contrassegno: "diluire prima della somministrazione, mortale se infuso non diluito"."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Cloruro di potassio (KCl) < 1 mEq/ml

B) Fosfato di potassio (K3PO4) < 1 mEq/ml.

C) Potassio cloruro (KCl) 2 mEq /ml fiale da 10 ml.

D) Cloruro di sodio (NaCl) 0.9 %.

E) Fosfato di potassio (K3PO4) < 1 mEq /ml fiale da 10 ml

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Potassio cloruro (KCl) 2 mEq /ml fiale da 10 ml.'.

23 di 50 
"Con l'obiettivo di verificare l'efficacia della visita pre-operatoria da parte della nurse di anestesia, un team infermieristico ha realizzato uno studio in due centri diversi esponendo il primo gruppo di pazienti alla visita preoperatoria (infermiere di sala operatoria che incontra la sera prima il paziente candidato all'intervento per accertare lo stato emotivo e informarlo su quello che accadra'); nell'altra chirurgia, molto simile per tipologia di pazienti, e' stata invece garantita l'assistenza infermieristica di routine. Dai dati che ti sono stati forniti si tratta:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Di uno studio quasi sperimentale.

B) Di uno studio qualitativo.

C) Di uno studio retrospettivo.

D) Di uno studio descrittivo.

E) Nessuna risposta e' corretta.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Di uno studio quasi sperimentale.'.

24 di 50 
"Per precauzioni standard si intende"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Sistemi barriera da adottare in caso di pazienti con sospetta malattia infettiva.

B) Sistemi barriera da adottare nei pazienti con ferita chirurgica infetta

C) Sistemi barriera e misure comportamentali da adottare sempre.

D) Misure da adottare in caso di paziente con sospetta malattia tubercolare.

E) Misure da adottare per assicurare l'isolamento del paziente.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Sistemi barriera e misure comportamentali da adottare sempre.'.

25 di 50 
"Per una appropriata gestione del rischio clinico e' importante"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Attivare un sistema nazionale di rilevazione delle segnalazioni di eventi avversi e near miss.

B) Attivare una visione sistemica della gestione del rischio, sia a livello aziendale che di struttura.

C) Concentrarsi unicamente sui contenziosi ed i sinistri a livello aziendale per rispondere immediatamente al cittadino.

D) Considerare prioritariamente i reclami presentati in un'azienda.

E) Attivare rilevazioni a livello di unita' operativa dove avvengono o possono avvenire gli accadimenti ed i relativi effetti che generano il danno.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Attivare una visione sistemica della gestione del rischio, sia a livello aziendale che di struttura.'.

26 di 50 
"Ti trovi in una Casa di Riposo durante il turno notturno. Durante la sorveglianza riscontri la caduta di un paziente, quali sono le fasi cronologicamente piu' corrette per la gestione dell'evento."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Soccorrere il paziente, documentare l'evento in cartella clinica, documentare con scheda incident reporting, allertare il medico, avvisare i familiari.

B) Allertare il medico, avvisare i familiari, documentare l'evento in cartella clinica, documentare con scheda incident reporting, soccorrere il paziente.

C) Soccorrere il paziente, documentare con scheda incident reporting, allertare il medico, avvisare i familiari, documentare l'evento in cartella clinica.

D) Allertare il medico, soccorrere il paziente, avvisare i familiari, documentare l'evento in cartella clinica, documentare con scheda incident reporting.

E) Soccorrere il paziente, allertare il medico, avvisare i familiari, documentare l'evento in cartella clinica, documentare con scheda incident reporting.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Soccorrere il paziente, allertare il medico, avvisare i familiari, documentare l'evento in cartella clinica, documentare con scheda incident reporting.'.

27 di 50 
"Al cambio turno ti appresti a trasferire le informazioni alla collega montante. Per quanto riguarda le raccomandazioni da trasferire, quale dei seguenti gruppi risulta piu' esaustivo nel garantire la sicurezza del paziente."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Presidi utilizzati, alterazioni della comunicazione, prenotazione esami diagnostici, necessita' di continuita' delle cure a domicilio.

B) Diagnosi medica, frequenza monitoraggio cardiovascolare, presenza infezioni, livello di rischio lesioni, livello di rischio caduta.

C) Frequenza monitoraggio cardiovascolare, presenza infezioni, livello di rischio lesioni, livello di rischio caduta, rischio malnutrizione.

D) Alterazioni della comunicazione, presidi utilizzati, diagnosi medica, risultati esami di laboratorio, prenotazione esami diagnostici.

E) Presenza infezioni, diagnosi medica, frequenza monitoraggio cardiovascolare, livello di rischio caduta, risultati esami di laboratorio.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Frequenza monitoraggio cardiovascolare, presenza infezioni, livello di rischio lesioni, livello di rischio caduta, rischio malnutrizione.'.

28 di 50 
"La determinazione dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) spetta:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Alla Conferenza Stato-Regioni.

B) Alle Aziende Sanitarie.

C) Alle Province.

D) Alle Regioni.

E) Allo Stato.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Allo Stato.'.

29 di 50 
"In presenza di un paziente con iperglicemia grave con perdita di conoscenza, quale dei seguenti farmaci prepari perché con ogni probabilita' verra' prescritto."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Furosemide per via endovenosa.

B) Glucagone per via intramuscolare.

C) Atropina per via sottocutanea.

D) Adrenalina per via endovenosa.

E) Insulina per via endovenosa.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Insulina per via endovenosa.'.

30 di 50 
"Sei un infermiere di una medicina dedicato all'educazione di pazienti e famigliari alla dimissione. Ascoltando le loro esigenze, ti accorgi che durante il periodo estivo per i famigliari e' molto complesso assicurare l'adeguato introito di liquidi agli anziani dimessi. Per aiutarli, vuoi preparare una brochure informativa sulle strategie piu' efficaci di prevenzione della disidratazione documentate in letteratura. Quale tra i seguenti quesiti riflette correttamente la metodologia PICO/PIO per ricercare la letteratura su MedLine?"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Nella popolazione anziana istituzionalizzata, quali sono i segni/sintomi predittivi di disidratazione?

B) E' piu' a rischio di disidratazione la popolazione anziana istituzionalizzata o quella gestita a domicilio dalla propria famiglia?

C) Nella popolazione anziana gestita a domicilio, quali sono le strategie piu' efficaci per prevenire la disidratazione?

D) Quale frequenza di monitoraggio degli anziani a rischio di disidratazione e' raccomandata a domicilio?

E) E' piu' efficace la somministrazione di infusione per via intradermica o per via endovenosa nella gestione della disidratazione degli anziani a domicilio?

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Nella popolazione anziana gestita a domicilio, quali sono le strategie piu' efficaci per prevenire la disidratazione?'.

31 di 50 
"Una delle seguenti formule esprime il modo corretto di calcolare la prevalenza delle Lesioni da Decubito (LdD)."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Numero di pazienti con LdD nella giornaata indice / totale pazienti presenti.

B) Numero di pazienti con LdD nella giornata indice / totale giornate di degenza x 1000.

C) Numero di pazienti con LdD acquisita in ospedale / totale pazienti presenti

D) Numero di pazienti con LdD nella giornata indice / totale pazienti presenti x 100.

E) Numero totale di LdD / totale giornate di degenza x 100.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Numero di pazienti con LdD nella giornata indice / totale pazienti presenti x 100.'.

32 di 50 
"Durante la preparazione all'intervento per urostomia, la sera precedente, l'infermiere osserva che la paziente e' tesa e il suo viso e' contratto: quindi, le si avvicina e, con il desiderio di attivare una relazione di aiuto, pone una domanda. Quale, tra le seguenti domande, sara' posta se l'infermiere desidera attivare una relazione di aiuto?"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Nessuna delle risposte attiva una relazione di aiuto.

B) "La vedo in ansia, Signora Carli, posso essere di aiuto?".

C) "Signora Carli, non si preoccupi ., ne abbiamo visti molti di questi interventi, vuole delle spiegazioni in merito?".

D) "Signora Carli, vedo che ha paura, posso aiutarla?".

E) "Signora Carli, si faccia forza, vedra' che tutto andra' bene . ora e' qui con noi e ricevera' tutte le cure di cui ha bisogno!".

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la '"La vedo in ansia, Signora Carli, posso essere di aiuto?".'.

33 di 50 
"Ti stai inserendo nel nuovo reparto chirurgico. Nel primo giorno di lavoro, prendi in mano la documentazione infermieristica che si presenta come nella Tabella riportata nell'Allegato n. 1. Identifica quale strumento di pianificazione stanno adottando nel reparto in cui sei appena stato inserito."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Nessuna delle risposte e' corretta.

B) Protocollo per la gestione del paziente chirurgico.

C) Piano personalizzato.

D) Piano assistenziale individuale (PAI).

E) Clinical pathway.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Clinical pathway.'.

34 di 50 
"Ti appresti a segnalare un evento avverso accaduto durante il turno di servizio su apposita scheda (Incident Reporting). La scheda prevede l'indicazione dei fattori che possono aver contribuito all'evento. Quale gruppo di fattori e' il piu' corretto."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Barriere linguistiche del paziente, gruppo multidisciplinare, attrezzature eccessivamente sofisticate.

B) Paziente eccessivamente complesso, regime terapeutico inadeguato, insufficiente addestramento.

C) Mancata adesione del paziente al progetto terapeutico, variazione improvvisa dei parametri vitali del paziente, attrezzature eccessivamente sofisticate.

D) Mancata adesione del paziente al progetto terapeutico, inadeguate conoscenze del personale, inadeguato funzionamento attrezzature.

E) Complessita' della terapia, personale non qualificato, inadeguato funzionamento attrezzature.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Mancata adesione del paziente al progetto terapeutico, inadeguate conoscenze del personale, inadeguato funzionamento attrezzature.'.

35 di 50 
"Se utilizzo l'operatore booleano AND nel seguente modo "lesione AND ferita" ottengo:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Nessuna delle risposte e' corretta.

B) Una lista di pagine che contengono la parola ferita e non la parola lesione.

C) Una lista di pagine che contengono entrambe le parole.

D) Una lista di pagine che contengono la parola lesione e non la parola ferita.

E) Una lista di pagine che contengono la parola lesione o la parola ferita o entrambe.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Una lista di pagine che contengono entrambe le parole.'.

36 di 50 
"Ti trovi in una RSA. Identifica quale dei seguenti gruppi di interventi descrive la corretta sequenza degli interventi assistenziali da garantire ad un paziente con i sintomi di angina pectoris. Il paziente e' un maschio di 60 anni, viene visitato per accertamenti a causa di un episodio lipotimico. Il dolore retro sternale e' insorto da circa 5 minuti dopo il pranzo. I sintomi sono: nausea, sudorazione, dispnea, ansia/paura, variazione parametri vitali (tachicardia 110, ipertensione 160/110)."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Tenere il paziente a riposo in posizione semiseduta, informare e tranquillizzare il paziente, garantire un accesso venoso sicuro, effettuare ECG a 12 derivazioni immediato e farlo leggere prontamente al medico/cardiologo, monitorare i parametri vitali, somministrare la terapia d'urgenza prescritta, valutare e documentare il dolore, sorvegliare il paziente, informare e tranquillizzare i familiari.

B) Tenere il paziente a riposo in posizione semiseduta, informare e tranquillizzare il paziente, avvisare prontamente il medico/cardiologo, monitorare i parametri vitali, somministrare la terapia d'urgenza prescritta, valutare e documentare il dolore, sorvegliare il paziente, informare e tranquillizzare i familiari.

C) Informare e tranquillizzare il paziente e i familiari, garantire un accesso venoso sicuro, effettuare ECG a 12 derivazioni immediato e farlo leggere prontamente al medico/cardiologo, monitorare i parametri vitali, somministrare la terapia d'urgenza prescritta, valutare e documentare il dolore, tenere il paziente a riposo in posizione semiseduta.

D) Effettuare ECG a 12 derivazioni immediato e farlo leggere prontamente al medico/cardiologo, monitorare i parametri vitali, somministrare la terapia d'urgenza prescritta, valutare e documentare il dolore, sorvegliare il paziente, informare e tranquillizzare il paziente e i familiari, garantire un accesso venoso sicuro, tenere il paziente a riposo in posizione semiseduta.

E) Valutare e documentare il dolore, effettuare ECG a 12 derivazioni immediato e farlo leggere prontamente al medico/cardiologo, monitorare i parametri vitali, garantire un accesso venoso sicuro, sorveglianza del paziente, paziente tenuto a riposo in posizione semiseduta, informare su cio' che si fara' e tranquillizzare il paziente e i familiari, somministrare terapia d'urgenza e di mantenimento prescritta.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Tenere il paziente a riposo in posizione semiseduta, informare e tranquillizzare il paziente, garantire un accesso venoso sicuro, effettuare ECG a 12 derivazioni immediato e farlo leggere prontamente al medico/cardiologo, monitorare i parametri vitali, somministrare la terapia d'urgenza prescritta, valutare e documentare il dolore, sorvegliare il paziente, informare e tranquillizzare i familiari.'.

37 di 50 
"In una ricerca, mediante il campionamento di convenienza vengono selezionati i soggetti:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Che presentano patologie con prognosi fausta.

B) Che esprimono un consenso.

C) Piu' facilmente accessibili.

D) Che non richiedono un compenso.

E) Che presentano caratteristiche strutturali comuni.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Piu' facilmente accessibili.'.

38 di 50 
"Ti trovi in una casa di riposo e devi infondere una fleboclisi di 500 ml alla velocita' di 60 ml/ora. Non hai una pompa infusionale ma possiedi un deflussore con tali caratteristiche: 1 ml = 20 gocce. Quante gocce/minuto regoli il deflussore:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) 10 gtt/min.

B) 30 gtt/min.

C) 20 gtt/mim.

D) 6 gtt min.

E) 3 gtt/min.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la '20 gtt/mim.'.

39 di 50 
"Identifica i segni e sintomi piu' corretti da valutare nella fase di accertamento in un paziente affetto da Infarto Miocardico Acuto."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Ipertensione, tachicardia, dispnea e/o tachipnea, cianosi.

B) Dolore (gravativo, costrittivo, oppressivo); astenia; sudorazione; pallore, estremita' fredde; nausea; vomito; tremori; ansia.

C) Dolore solo se precordiale; astenia; sudorazione; pallore, estremita' fredde; nausea; vomito; tremori; ansia.

D) Dolore alle braccia e sua intensita'; astenia; sudorazione; pallore, estremita' fredde; nausea; vomito; tremori; ansia.

E) Dolore solo al braccio sinistro; stato di coscienza, ansia, estremita' fredde; nausea; vomito

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Dolore (gravativo, costrittivo, oppressivo); astenia; sudorazione; pallore, estremita' fredde; nausea; vomito; tremori; ansia.'.

40 di 50 
"Nella documentazione di un paziente degente da 14 giorni in un reparto di medicina trovi questa informazione: "valore Norton all'ingresso 13". Qual e' l'azione prioritaria tra le seguenti:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Rivaluto il paziente con il medesimo strumento.

B) Mi accerto se nella documentazione sono segnalate lesioni cutanee.

C) Verifico le indicazioni nel piano assistenziale.

D) Verifico la presenza di ausili per la prevenzione di lesioni cutanee.

E) Verifico il programma terapeutico.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Rivaluto il paziente con il medesimo strumento.'.

41 di 50 
"Uno dei pazienti di cui sei responsabile per l'assistenza e' valutato come potenzialmente disfagico e devi applicare lo screening della deglutizione. Per la valutazione della deglutizione il protocollo prevede si somministrino piccole quantita' di acqua gel. In seguito, si riscontra nel paziente l'alterazione della qualita' della voce e la comparsa di tosse. Quale dei seguenti interventi risulta piu' adeguato."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Non somministro nulla per bocca e richiedo il consulto del medico. Si considera il supporto nutrizionale artificiale.

B) Eseguo un ulteriore test di deglutizione con piccole quantita' di acqua.

C) Metto il paziente in posizione di sicurezza e avviso tempestivamente il servizio di Rianimazione.

D) Attendo che il sintomo passi e ripeto la valutazione della deglutizione.

E) Allerto la Rianimazione e contatto i familiari del paziente.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Non somministro nulla per bocca e richiedo il consulto del medico. Si considera il supporto nutrizionale artificiale.'.

42 di 50 
"Quando si pianifica una sessione di educazione ad un paziente vi sono diversi fattori da considerare. La paziente ha 75 anni e verra' dimessa con protesi all'anca, il decorso post-intervento e' nella norma. Quale delle seguenti situazioni giudichi maggiormente appropriata."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) L'assistita e' sveglia da 2 ore, sono le 17.00, e' in poltrona da 60 minuti. Informo che la durata della sessione e' di 40 minuti, la dimissione e' programmata tra 2 giorni, e' presente il marito.

B) L'assistita e' sveglia da 2 ore, sono le 17.00, e' in poltrona da 10 minuti. Informo che la durata della sessione e' di 20 minuti, la dimissione e' programmata tra 2 giorni, e' presente il marito.

C) L'assistita e' sveglia da 2 ore, sono le 17.00, e' in poltrona da 10 minuti. Informo che la durata della sessione e' di 20 minuti, e' stata informata che dovra' fare una TAC di controllo tra 40 minuti. La dimissione e' programmata tra 2 giorni, sono presenti il marito e la figlia.

D) L'assistita e' sveglia da 2 ore, sono le 17.00, e' in poltrona da 10 minuti. Informo che la durata della sessione e' di 20 minuti, la dimissione e' programmata tra 2 giorni, il familiare si e' dovuto assentare.

E) L'assistita e' sveglia da 15 minuti, sono le 17.00, verra' messa in poltrona. Informo che la durata della sessione e' di 50 minuti, la dimissione e' programmata tra 2 ore, e' presente il marito.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'L'assistita e' sveglia da 2 ore, sono le 17.00, e' in poltrona da 10 minuti. Informo che la durata della sessione e' di 20 minuti, la dimissione e' programmata tra 2 giorni, e' presente il marito.'.

43 di 50 
"Lavori in una casa di riposo dove sono utilizzati frequentemente materassi antidecubito. Leggendo l'ultima revisione sistematica della letteratura rilevi che i pazienti a rischio di lesioni trattati con i materassi "A" creati con particolari materiali e sistemi di pressione alternata, hanno un Odds Ratio di 1,25 (IC95% 1.15-1.30) di prevenire le lesioni da decubito rispetto ai materassi "B". Cio' significa che:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) I presidi hanno uguale efficacia.

B) I presidi non hanno alcuna efficacia.

C) Il presidio "B" e' piu' efficace di quello "A".

D) Il presidio "A" e' piu' efficace di quello "B".

E) I presidi "A" e "B" hanno un'efficacia dubbia.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Il presidio "A" e' piu' efficace di quello "B".'.

44 di 50 
"Un infermiere di chirurgia e' in dubbio se il prelievo capillare per stick glicemico puo' essere affidato ad un infermiere generico da poco trasferito in reparto. Quali, tra quelle riportate di seguito, sono le possibili fonti dove si puo' trovare un utile riferimento:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) DPR 225/74 Titolo V.

B) Conferenza Stato Regioni seduta del 22 febbraio 2001.

C) DPR 1310/1940 e legge 42/99 art 6.

D) Conferenza Stato Regioni seduta del 22 febbraio 2001 e DM n. 739 del 1994.

E) Nessuna risposta e' corretta.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'DPR 225/74 Titolo V.'.

45 di 50 
"Stai assistendo un paziente anziano post-operato per chirurgia addominale in seconda giornata. Il trattamento fa riferimento ad un protocollo di somministrazione interno. Il paziente ti riferisce un'intensita' di dolore 7 nella scala 0-10. Tra quelle proposte, quale riflessione e decisione e' corretta."

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Somministro perché l'autovalutazione del dolore del paziente e' affidabile, i farmaci analgesici devono essere somministrati solo quando il dolore e' severo.

B) Non somministro l'analgesico, i farmaci analgesici devono essere somministrati solo quando il dolore e' severo.

C) Somministro il farmaco, anche se e' meglio somministrare ad intervalli regolari piuttosto che al bisogno.

D) Non somministro alcun farmaco, i trattamenti non farmacologici possono ridurre efficacemente il dolore

E) Non somministro alcun farmaco perché la maggior parte dei pazienti che assume farmaci analgesici con il tempo diventa dipendente.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Somministro il farmaco, anche se e' meglio somministrare ad intervalli regolari piuttosto che al bisogno.'.

46 di 50 
"Negli ultimi anni e' diventato importante il ruolo dell'infermiere nell'educazione terapeutica. La sua principale finalita' e' quella di"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Prevenire la malattia, garantire qualita' di vita alla persona, mantenere l'autonomia, gestire in modo sicuro la terapia farmacologica prescritta.

B) Rallentare l'evoluzione della malattia, garantire qualita' di vita alla persona, prevenire le complicanze evitabili, gestire in modo sicuro la terapia farmacologica prescritta.

C) Rallentare l'evoluzione della malattia, garantire qualita' di vita alla persona, prevenire la cronicita', gestire in modo sicuro la terapia farmacologica prescritta.

D) Prevenire la malattia, garantire qualita' di vita alla famiglia, prevenire le complicanze evitabili, gestire in modo sicuro la terapia farmacologica prescritta.

E) Prevenire la malattia, garantire qualita' di vita alla persona, prevenire le complicanze evitabili, gestire in modo sicuro la terapia farmacologica prescritta.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Rallentare l'evoluzione della malattia, garantire qualita' di vita alla persona, prevenire le complicanze evitabili, gestire in modo sicuro la terapia farmacologica prescritta. '.

47 di 50 
"Su quali elementi si basa, secondo la Legge 42 del 26 febbraio 1999, il campo proprio di attivita' dell' infermiere"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Profilo professionale - contratto di lavoro - prescrizioni mediche.

B) Nessuna risposta e' corretta.

C) Profilo professionale - iscrizione albo professionale - codice deontologico.

D) Profilo professionale - contratto di lavoro - codice deontologico.

E) Profilo professionale - ordinamenti didattici - codice deontologico.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Profilo professionale - ordinamenti didattici - codice deontologico.'.

48 di 50 
"Sei un infermiere neoassunto e all'interno di una linea guida che stai visionando trovi la seguente indicazione "I set infusivi sono sostituiti entro 72 ore insieme al Catetere Venoso Periferico (CVP)" . Ti trovi di fronte a:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Un requisito.

B) Una raccomandazione.

C) Un audit.

D) Un indicatore.

E) Nessuna risposta e' corretta.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Una raccomandazione.'.

49 di 50 
"Nella persona anziana la disidratazione si manifesta in modo caratteristico con:"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Confusione mentale acuta.

B) Secchezza della cute.

C) Ipotensione arteriosa.

D) Cadute.

E) Perdita di peso.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Confusione mentale acuta.'.

50 di 50 
"Sei l'infermiere responsabile dell'assistenza in una casa di riposo per anziani e durante il turno notturno una paziente di 75 anni, con nota cardiopatica ischemica, lamenta dolore toracico. Indica l'intervento che ritieni prioritario"

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

A) Rilevo i parametri vitali e attendo 10 minuti.

B) Applico il protocollo previsto in caso di edema polmonare.

C) Effettuo un tracciato elettrocardiografico e faccio chiamare il medico reperibile.

D) Somministro alla paziente della nitroglicerina per via sub-linguale.

E) Somministro alla paziente della nitroglicerina per via venosa.

Non Rispondo

  • Mostra la Risposta!

    La risposta corretta e' la 'Somministro alla paziente della nitroglicerina per via sub-linguale.'.

background