Stiamo Iniziando!sto partendoinizio11

Caso (Gia commentato) 1)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
Il sistema SCORE (Systematic COronary Risk Evaluation) è un sistema di valutazione del rischio di malattia cardiovascolare avviato dalla European Society of Cardiology, che si basa sui dati raccolti in 12 studi di coorte europea che coprono un'ampia diffusione geografica di paesi a diversi livelli di rischio cardiovascolare. I dati SCORE contengono circa 3 milioni di persone in anni di osservazione e 7.934 eventi cardiovascolari mortali.
La stima del rischio SCORE si basa sui seguenti fattori di rischio: sesso, età, fumo, pressione arteriosa sistolica, colesterolo totale e stima gli eventi mortali di malattie cardiovascolari su un periodo di dieci anni.
L’uricemia non è un fattore di rischio considerato in questo sistema e pertanto la risposta corretta è la E.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 2)


Spiegazione(La riposta corretta è la C.
La sindrome di Cushing è un insieme di segni e sintomi dovuti a livelli di cortisolo o altri glucocorticoidi eccessivamente elevati nel sangue. Le cause possono essere molteplici, ma si distinguono in due gruppi principali: le forme ACTH dipendenti, dove la causa dell’eccesso di cortisolo è un’aumentata produzione dell’ormone ipofisario adenocorticotropo, e forme ACTH indipendenti. Nel primo gruppo rientrano il morbo di Cushing (adenoma ipofisario ACTH secernente, composto da cellule basofile), la secrezione ectopica di ACTH da tumori non ipofisari e la secrezione di CRH da tumori non ipofisari. Nel secondo gruppo rientrano la sindrome di Cushing iatrogena o fittizia, gli adenomi e i carcinomi adenocorticali ormone secernenti, la malattia nodulare pigmentosa primaria della corteccia surrenale (PPNAD) o iperplasia micronodulare surrenale bilaterale e la iperplasia macronodulare surrenale bilaterale. Dal punto di vista clinico si caratterizza per: astenia, dolore lombare legata all’osteoporosi, diminuzione o aumento dell’appetito, diminuzione della concentrazione, alterazione della memoria, insonnia, irritabilità, anomalie del ciclo, diminuzione della libido, facies a luna piena, gobba di bufalo, obesità centrale, deposito sovraclaveare del grasso (a volte il collo sparisce completamente), la cute sottile ed estremamente friabile, porpora, comparsa delle cosiddette strie rubre a livello addominale,  l’acne, l’irsutismo con l’alopecia, arretramento della linea di impianto dei capelli, ipertensione arteriosa, debolezza dei muscoli prossimali, l’edema periferico e la difficile guarigione delle ferite. L'alcalosi metabolica viene spesso apprezzata in tale condizione ed è caratterizzata dall'accumulo di bicarbonato (HCO3) per le seguenti cause: somministrazione di alcali o perdita di acidi, spostamento intracellulare di ioni idrogeno e ritenzione renale di bicarbonato.−
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 3)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
L’ecografia è la metodica più utilizzata, sia nel bambino che nell’adulto, per lo studio delle lesioni superficiali e palpabili, come avviene nei reperti riscontrati nella regione cervicale (noduli tiroidei, linfonodi laterocervicali, aumento dimensionale delle ghiandole salivari, ecc.). Con l’ecografia con sonda lineare, infatti, può essere correttamente visualizzata la forma, la dimensione, i margini, i rapporti e l’ecostruttura della lesione, e può esserne studiata la vascolarizzazione mediante tecnica con color-Doppler.
Nella corretta definizione di un nodulo tiroideo, l’esame di primo livello è l’ecografia tiroidea, seguita da esami di secondo livello come la TC e la RM del collo o da un accertamento bioptico diretto con agoaspirato.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 4)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
Fra i tumori indicati quello che tende maggiormente a metastatizzare alle ossa è il tumore della mammella, che rappresenta il 32% di tutte le nuove neoplasie e ad esso è riconducibile il 18% delle morti per tumore nelle donne. E’ infatti la causa più importante di morte nella popolazione femminile compresa fra i 35 e 55 anni. Il tumore alla mammella presenta fra le sedi preferenziali di metastatizzazione le ossa: infatti in presenza di un’anamnesi oncologica positiva per tumore mammario con un dolore scheletrico ingravescente e non rispondente alla terapia farmacologica, deve far sorgere il sospetto di secondarismi ossei. Le metastasi ossee da carcinoma mammario sono tipicamente osteolitiche.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 5)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
La vitamina C, o acido L- ascorbico, è una molecola organica, una vitamina idrosolubile, debolmente acida, con proprietà antiossidanti. Nell’uomo, composto essenziale, viene assunta con la dieta, soprattutto con alimenti di origine vegetale, e assorbita lungo il tratto digestivo, in particolar modo a livello dell’intestino tenue. L’assorbimento si riduce al progressivo crescere della quota plasmatica. La vitamina C viene immagazzinata soprattutto a livello epatico e surrenalico, mentre la quota in eccesso viene eliminata con le urine. Grazie alla presenza dell’acido enediolico, l’acido ascorbico possiede un forte potere riducente, motivo per cui viene impiegata come cofattore in molte reazioni di ossidoriduzione. Possiede inoltre una spiccata attività antiossidante. All’interno dell’organismo è coinvolta anche nel corretto funzionamento del sistema immunitario e nella sintesi di alcune molecole, come il collagene. La sua carenza causa lo scorbuto, una patologia con importanti implicazioni sistemiche, maggiori a carico dell’apparato muscoloscheletrico.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 6)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
La saturazione dei liquidi extracellulari in acido urico, con superamento della concentrazione massima della sua solubilità nel plasma (7 mg/dl nell’uomo e 6 mg/dl nella donna), ne provoca la precipitazione e il deposito sotto forma di cristalli di urato monosodico (UMS) a livello dei tessuti avascolari, come le cartilagini, o poco vascolarizzati come i tendini, i legamenti o le articolazioni, soprattutto quelle periferiche. Questa patologia è nota come gotta. La precipitazione dei cristalli è favorita dalla riduzione del pH o della temperatura corporea, dalle infezioni e dai traumi; a sua volta, l’iperuricemia è favorita anche dall’abuso di alcool, dall’assunzione di cibi ricchi in purine (cibi proteici) e dalla predisposizione genetica. Gli attacchi acuti sono caratterizzati dalla rapida comparsa di dolore e di tumefazione articolare; può essere anche presente eritema della cute sovrastante. Si tratta di episodi generalmente monoarticolari, che dopo anni possono cronicizzare e diventare poliarticolari. La terapia negli attacchi acuti di gotta è sintomatica e si basa sui FANS, sugli steroidi e sulla colchicina. Importante è la prevenzione, con dieta ipoproteica e limitato uso di alcool.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 7)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
La risposta al trattamento con inibitore di pompa protonica non evidenzia la colonizzazione gastrica da H. Pylori ma, con una riduzione dei sintomi da reflusso gastroesofageo (da aumentata secrezione gastrica), evidenzia quindi una causa gastrica da elevata produzione acida della sintomatologia in questione.
Mentre gli altri quattro test presi in considerazione sono test diagnostici specifici, di cui la biopsia durante esame endoscopico è il gold standard, per l’infezione da H. Pylori la risposta al trattamento con inibitori di pompa protonica non sta a significare che la causa sia proprio l’infezione in questione ma semplicemente l’origine gastrica della sintomatologia
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 8)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
La malattia da reflusso gastroesofageo (GERD: gastro-esophageal reflux disease) è una condizione cronica estremamente frequente la cui eziopatogenesi è da ricondurre all’incontinenza anatomica o funzionale dello sfintere esofageo inferiore, il cardias, collocato appunto tra l’esofago e lo stomaco e deputato ad impedire la risalita del cibo e dei succhi gastrici contenuti nello stomaco. La GERD è favorita frequentemente da abitudini alimentari scorrette come l’eccessiva assunzione di cibi grassi, che tendono a sostare più a lungo nello stomaco, o l’assunzione di alcol, ma hanno un importante ruolo anche il fumo di sigaretta, lo stress, la presenza di ernia jatale, l’obesità e la gravidanza (che causano un incremento della pressione addominale), l’assunzione di alcuni farmaci, o alcune patologie come la sclerodermia, la gastroparesi e la sindrome di Zollinger-Ellison. Il ristagno di materiale acido gastrico e la sua risalita nel lume dell’esofago causano irritazione ed infiammazione delle pareti di quest’ultimo con la comparsa di ulcere. La sintomatologia più frequente è rappresentata da pirosi gastrica e retrosternale, rigurgito acido, alitosi, disfagia, segni di irritazione della gola e delle vie aeree come laringite, con raucedine, tosse, asma.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 9)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
La polmonite è l’unica delle malattie sovraelencate a non avere una eziopatogenesi di tipo cardiovascolare e pertanto non determinante un rialzo della troponina.
Nella polmonite, infatti, qualsiasi sia il microorganismo coinvolto, vi è un coinvolgimento generalmente solo del parenchima polmonare o dei segmenti bronchiali nel caso di un processo broncopneumonico. Solo in caso di successiva pleurite e pleuro-pericardite vi potrebbe essere un aumento della troponina sierica.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 10)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
La renina è un enzima di tipo proteolitico che viene sintetizzato a livello dell’apparato iuxtaglomerulare del rene e che agisce sull’angiotensinogeno e  ne catalizza la sua conversione ad angiotensina I. Quest’ultima viene convertita ad angiotensina II, a livello polmonare, da parte dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE). Il sistema renina-angiotensina è fra i principali regolatori dell’omeostasi cardiovascolare. L’angiotensina II esplica un effetto costrittore sulla muscolatura liscia vascolare, determinando un importante effetto sulle resistenze arteriolari sistemiche e, di conseguenza, determinando un incremento della pressione arteriosa; stimola inoltre la secrezione di aldosterone e ha una azione feedback sul rilascio di renina. L’enalapril è un farmaco appartenente alla classe degli ACE-inibitori (inibitori dell’enzima di conversione dell’angiotensina) che viene impiegato principalmente nel trattamento dell’ipertensione arteriosa e di altre patologie cardiovascolari. Gli ACE-inibitori agiscono sull’ACE, inibendo la conversione dell’angiotensina I in II e causando una riduzione della pressione arteriosa, per riduzione delle resistenze arteriolari periferiche. Fra le principali controindicazioni, relative, alla somministrazione di questi farmaci vi è la gravidanza, poiché associati ad un aumentato rischio teratogeno sul feto e alla possibilità di disregolazione della funzione renale e della pressione arteriosa sia nel feto che nel neonato.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 11)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
La metformina, un farmaco ipoglicemizzante orale che viene somministrato nel diabete di tipo II, può essere responsabile di acidosi lattica, un tipo di acidosi metabolica con Gap anionico aumentato, dovuto al consumo di bicarbonato da parte di acidi organici. Questo disordine metabolico può essere ottenuto attraverso due meccanismi: il passaggio del metabolismo cellulare da aerobio ad anaerobio e la soppressione della gluconeogenesi con impiego del lattato come substrato. La presenza di insufficienza renale, data l’escrezione della metformina al 90% per via renale, può essere responsabile del suo accumulo, con maggior rischio di insorgenza di acidosi. Oltre all’acidosi metabolica, i sintomi e i segni da tossicità da metformina comprendono alterazione dello stato mentale con sopore, fino al coma, irritazione gastrointestinale, oligo-anuria, depressione respiratoria, ipotensione. Per questo morivo, la somministrazione di questo farmaco in corso di insufficienza renale cronica con VFG (Velocità di Filtrazione Glomerulare) inferiore a 20 ml/min/1,73 m2 è controindicata.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 12)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
Il cancro alla vescica rappresenta tra il 3 e il 5% delle neoplasie; la fascia d’età più colpita è quella tra la sesta e la settima decade di vita, con una netta prevalenza nel sesso maschile rispetto al sesso femminile. Tra i fattori di rischio maggiormente associati vi è il fumo di sigaretta, l’esposizione cronica a tossici come le amine aromatiche e le nitrosamine (sostanze presenti nei coloranti, nelle industrie tessili, del cuoio), l’infezione da parte di alcuni parassiti come la Bilharzia e lo Schistosoma Haematobium,  l’assunzione di particolari farmaci e alcuni fattori dietetici. Anche la genetica gioca un ruolo importante. L’istotipo di neoplasia vescicale presente in oltre il 90% delle diagnosi è il carcinoma “a cellule di transizione”, epitelio di rivestimento della superficie interna della vescica; meno frequentemente si sviluppano l’adenocarcinoma e il carcinoma squamoso primitivo. La neoformazione può presentarsi con un aspetto papillare, nodulare o piatto. La sintomatologia può essere assente a lungo; il segno d’esordio più frequente è l’ematuria, isolata o talvolta accompagnato da altri sintomi quali disuria, fastidio o dolore addominale, maggiore suscettibilità alle infezioni urinarie.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 13)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Il trattamento con lattulosio è il trattamento standard delle encefalopatie epatiche in quanto questa molecola è un coadiuvante della metabolizzazione dell’ammoniaca. Durante l’encefalopatia epatica, infatti, il fegato non è più in grado di eliminare tutti i cataboliti tossici per l’organismo, primo fra tutti l’ammoniaca (NH3) che resta infatti in circolo.
A livello intestinale viene inibita la proliferazione di batteri produttori di ammoniaca (E.Coli è il primo tra tutti) acidificando il ph intestinale così facendo si creano ioni ammonio NH4+ molto meno assorbibili della semplice ammoniaca NH3 e viene favorita la peristalsi intestinale aumentando la eliminazione di tali agenti tossici dannosi.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 14)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
Tra le molecole elencate l’unica che non stimola la secrezione gastrica è la somatostatina. Questo ormone infatti è un importante ormone che regola negativamente una grande varietà di molecole dell’organismo; è prodotta dall’ipotalamo, dalle cellule intestinali, dalle cellula delta della parete gastrica e dalle cellule APUD. In particolare fa parte di un meccanismo che regola negativamente la produzione di gastrina dalle cellule parietali gastriche che per questo motivo non riescono più a stimolare la produzione acida dello stomaco.
Acetilcolina, Gastrina, Istamina e Caffeina aumentano tutte, con modalità differenti, la produzione di HCl gastrico.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 15)


Spiegazione(La riposta corretta è la C.
Vista la storia clinica di questa paziente con dispnea severa e dolore toracico ed un’anamnesi positiva per assunzione di estro-progestinici, il sospetto clinico che deve venire in mente è quello di una embolia polmonare, una condizione patologica caratterizzata da un'occlusione di una o più arterie polmonari da parte di trombi che si dipartono da altri siti corporei, solitamente dai grandi tronchi venosi delle gambe o del distretto pelvico. I segni e i sintomi sono spesso aspecifici con tosse, dispnea, dolore toracico, tachicardia, ipotensione, lipotimia.. L’esecuzione di un RX del torace, soprattutto nelle fasi iniziali, è poco specifico e sensibile, tanto che soprattutto inizialmente può essere negativo, mentre nelle fasi successive può mostrare dei segni radiologici caratteristici (la Gobba di Hampton, il Segno di Westermark, il segno Fleischner,il Palla Sign o Segno di Palla, l’ atelettasia lamellare del parenchima polmonare, piccola falda di versamento pleurico, cardiomegalia e sopraelevazione del diaframma). La diagnosi pertanto viene solitamente fatta con l'angio-TC, che evidenzia un difetto di opacizzazione, più o meno esteso di una o entrambe le arterie polmonari e/o delle sue diramazioni vasali.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 16)


Spiegazione(La riposta corretta è la A.
La sifilide è causata dalla spirocheta Treponema pallidum ed è caratterizzata da 3 fasi cliniche e sintomatiche sequenziali ma distinte, separate da periodi di infezione asintomatica latente. Il T. pallidum penetra nel corpo attraverso le mucose o la cute, raggiunge i linfonodi periferici nel giro di poche ore, e rapidamente diffonde a tutto l'organismo.
La Sifilide è caratterizzata da 3 fasi cliniche: fasi primaria, secondaria e terziaria (o tardiva).
La sifilide primaria (che appare 10-60 giorni dopo la trasmissione della malattia) si caratterizza per la presenza del sifiloma (piaga piccola e usualmente indolore) nella sede dell'inoculo e per la presenza di linfoadenopatia regionale
La sifilide secondaria che si manifesta solitamente, da 6 a 8 settimane possiamo ritrovare il condiloma della sifilide che ha un aspetto regolare, rotondo e piatto che lo differenzia dal condiloma acuminato qui descritto; inoltre possiamo anche riscontrare un'eruzione maculo-papulare dei palmi delle mani e delle piante dei piedi nella fase secondaria, associato a sintomatologia clinica generalizzata aspecifica, quale: malessere generalizzato, linfoadenopatie, cefalea,  febbre, inappetenza, mal di gola ed intense mialgie.
In assenza di trattamento la paziente può andare incontro alla sifilide terziaria, ovvero la tappa successiva di questa malattia. Le manifestazioni della sifilide terziaria includono la formazione di gomme luetiche della pelle, neurosifilide e sifilide cardiovascolare.
La neurosifilide ha molteplici forme: Neurosifilide asintomatica, Neurosifilidemeningovascolare, Neurosifilide parenchimatosa e Tabe dorsale. La sifilide cardiovascolare si manifesta solitamente 10–25 anni dopo l'infezione iniziale come dilatazione aneurismatica dell'aorta ascendente, insufficienza della valvola aortica o restringimento delle arterie coronarie.
La diagnosi, oltre alla clinica, viene fatta con i test sierologici reaginici (RPR, VDRL) e con i test sierologici treponemici e la microscopia in campo oscuro.  La terapia prevede l’impiego della Benzatina penicillina G per la maggior parte delle infezioni, la Penicillina acquosa per la sifilide oculare e per la neurosifilide.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 17)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
Il vaccino antinfluenzale è un rimedio che ogni anno una determinata parte della popolazione mondiale dovrebbe effettuare. Il senso della mono somministrazione annuale è il fatto che ogni anno il virus influenzale si presenta cambiando una porzione del suo genoma che serve per coniugare le sue due proteine Emoagglutinina o Neuraminidasi. Cambiando ogni anno, a causa delle mutazioni genetiche che esso stesso subisce nel tempo, c’è bisogno di un vaccino antinfluenzale ogni anno differente.
La popolazione a cui è fortemente suggerita la vaccinazione sono le persone oltre i 65 anni e i bambini e adulti affetti da patologie croniche. Resta buona norma vaccinare il personale sanitario, il personale a contatto con bambini e i familiari di soggetti a rischio.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 18)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Il tumore alla prostata è una neoplasia estremamente frequente soprattutto nei pazienti anziani. Rappresenta circa il 20% di tutti i tumori nei soggetti di sesso maschile di età superiore ai 50 anni. La diffusione di questa neoplasia può avvenire per contiguità, per via ematica e per via linfatica. Generalmente, la diffusione ematica avviene successivamente rispetto a quella linfatica. Per via ematica, possiamo avere la frequente metastatizzazione a livello dell'apparato scheletrico, soprattutto bacino, colonna vertebrale, coste, femore e omero alle estremità prossimali (altre localizzazioni che interessano i visceri, solitamente molto più tardive, sono polmoni, fegato, surrene, rene e raramente testicolo). I dolori ossei talvolta possono essere il sintomo d'esordio della neoplasia che purtroppo risulta essere quindi già avanzata. La diagnosi di cancro alla prostata si fa con l’esplorazione rettale, l’ecografia prostatica transrettale, il dosaggio PSA, la biopsia prostatica. Questi possono essere integrati con altri esami strumentali, in particolar modo con la scintigrafia.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 19)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
L’amilodosi renale è un accumulo di sostanza amiloide (cioè materiale a basso peso molecolare extracellulare che però non è solubile) nella matrice extracellulare che provoca un danno differente in base all’organo che viene colpito. A livello renale, soprattutto al principio dello sviluppo della patologia, abbiamo una lieve proteinuria, con ipoalbuminemia susseguente e, perciò, presenza di edemi diffusi in tutto il corpo ma inizialmente riferiti ai soli arti inferiori. In seguito la patologia può progredire e provocare edemi anche nel parenchima polmonare creando insufficienza polmonare e, a lungo andare, insufficienza renale cronica.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 20)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
Gli anticoagulanti orali diretti, conosciuti anche come “nuovi anticoagulanti orali (NAO)”, sono farmaci impiegati nella prevenzione del tromboembolismo arterioso e venoso. A differenza del warfarin, che antagonizza i fattori II, VII, IX e X della coagulazione, vitamina K-dipendenti, i DOAC inibiscono in maniera diretta l’attività delle proteasi chiave della cascata coagulativa: la trombina o il fattore Xa. In particolare dabigatran inibisce la prima mentre apixaban, rivaroxaban ed edoxaban inibiscono il secondo. Rispetto al Warfarin, presentano un’attivazione più rapida nell’azione anticoagulante e una emivita più breve; presentano poche interazioni con altri farmaci ed alimenti, hanno una farmacocinetica maggiormente prevedibile e un miglior rapporto rischio-beneficio sulle complicanze di sanguinamento. La posologia è fissa. Il loro effetto si conclude inoltre in tempi brevi successivamente alla sospensione del farmaco, e il fatto che l’effetto anticoagulante sia, in linea di massima concentrazione-dipendente, e che le interferenze alimentari e farmacologiche siano ridotte, fanno sì che la terapia con NAO non richieda monitoraggio o frequenti aggiustamenti del dosaggio.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 21)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
La miastenia gravis è una malattia della trasmissione neuromuscolare su base autoimmune dovuta ad auto anticorpi che sono diretti contro il recettore dell’Ach (AntiAchR) e che danneggiano le terminazioni post sinaptiche. La manifestazione più comune e' l’esauribilità muscolare, cioè un deficit muscolare che si accentua con la fatica, che è fluttuante, meno evidente alla mattina e più evidente la sera e che si attenua con il riposo. Nella miastenia gravis gli anticorpi impediscono il legame dell’Ach con il proprio recettore e bloccano a monte tutto il processo; nella miastenia gravis la quantità di Ach e' normale ma la riduzione dei recettori disponibili causa una minor ampiezza dei potenziali di placca e durante l'esercizio il potenziale di placca non supera la soglia per generare il potenziale d'azione muscolare. Tale patologia ha due picchi di incidenza: 20-40 anni (F >M) e 60-80 anni (M>F) ed alla base riconosce nel 60-70% una iperplasia follicolare timica e nel 10-15% un timoma: la relazione tra timo e miastenia è data dal fatto che il recettore dell’Ach si trova nelle cellule mioidi ed il timoma o l’iperplasia innescano la produzione di anticorpi: oltre il 65% dei pazienti miastenici presenta iperplasia linfofollicolare non neoplastica del timo. Dal punto di vista clinico possiamo riconoscere due grosse forme:
- Miastenia oculare:
Ptosi e diplopia fluttuanti. Ptosi spesso asimmetrica e diplopia legata all' asimmetria del danno degli oculomotori (solo uno o più muscoli colpiti),
I muscoli oculari estrinseci hanno alta capacità ossidativa e alta resistenza alla fatica. Sono colpiti anche nelle miopatie mitocondriale,ma il deficit è simmetrico,
Nella maggior parte dei casi entro 3 anni evolve in una forma generalizzata,ma una minoranza si mantiene solo oculare,
La terapia steroidea precoce sembra prevenire la generalizzazione,
La diplopia non risponde agli anticolinesterasici,
50% sono sieropositivi per AchR, non si trovano antiMuSK+,
Spesso troviamo anche un problema tiroideo in associazione,quindi a volte è difficile fare una diagnosi differenziale,anche se spesso entrambe le cause sono responsabili della forma clinica;
- Miastenia generalizzata:
Deficit di forza sia distale che prossimale,la più classica e' semidistale,
Deficit assiale importante,interessati i muscoli del collo con testa ciondolante(presente anche nella polimiosite) in avanti per deficit  degli estensori del collo,
Deficit della muscolatura bulbare con: rinolalia,disfagia,difficoltà nella masticazione,
Crisi miastenica con insufficienza  respiratoria,
Muscoli bulbari e assiali sono colpiti per lo più nelle forme ad esordio tardivo,
Il deficit di forza agli arti e' tipico delle forme precoci,
Tutti questi pazienti sono accomunati da un'esauribilità muscolare che porta debolezza muscolare fluttuante(la mattina alza il braccio,la sera no,la mattina parla,la sera no).Il deficit fluttuante è  un importante discriminante con le forme muscolari in cui il deficit è fisso.
La diagnosi consiste:
Sintomatologia tipica (la muscolatura oculare è quella maggiormente interessata all’esordio),
Test al tensilon: migliorano i sintomi rapidamente dopo somministrazione endovena di un anticolinesterasico ad azione rapida (cloruro di edrofonio) o (prostigmina intramuscolo),
Elettromiografia: si fanno stimolazioni ripetitive sopramassimali che mostrano un decremento del potenziale neuromuscolare alla stimolazione,
Dosaggio degli anticorpi,
TC torace per valutare il timo nei pazienti con antiAchR+.
Spesso per testarli si fanno prove di resistenza,per affaticarli,dopo si riposano e poi riprendono per vedere proprio l’esauribilità muscolare.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 22)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Uno dei primi e più comuni sintomi della malattia da reflusso gastro-esofageo è la pirosi, che è strettamente legata al passaggio di succhi gastrici acidi attraverso lo sfintere esofageo inferiore e contro la mucosa del terzo distale esofageo.
Sintomi come disfagia persistente, tosse cronica, dolore toracico ed erosioni dentali sono tutti possibili sintomi della malattia da reflusso gastroesofageo, ma sono meno frequenti e più tipici della malattia avanzata.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 23)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Le malattie infiammatorie croniche intestinali sono patologie ad eziologia ignota, verosimilmente dovute all'interazione fra fattori genetici ed ambientali. Le più conosciute sono il morbo di Crohn e la rettocolite ulcerosa. Nel morbo di Crohn le lesioni possono coinvolgere qualsiasi tratto dell’apparato gastrointestinale, dalla bocca all’ano, con prevalente localizzazione intestinale e con infiammazione transmurale della parete intestinale stessa. Nella Rettocolite ulcerosa le lesioni intestinali sono di tipo ulcerativo, coinvolgono esclusivamente la mucosa colica, si sviluppano inizialmente a livello del retto e possono estendersi nel colon, sino al cieco. Le ulcere si estendono in maniera continuativa, non “a salto”, e la reazione infiammatoria riguarda principalmente la mucosa e la sottomucosa. Le manifestazioni gastrointestinali, in entrambe le patologie,si associano spesso a manifestazioni sistemiche quali quelle osteoarticolari (soprattutto fenomeni artritici), oculari, oro-cutanee,  epatobiliari, urinarie, alterazioni dei meccanismi dell'emostasi e altre. Le manifestazioni articolari si presentano frequentemente in concomitanza delle riacutizzazioni di malattia.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 24)


Spiegazione(La risposta corretta è la D.
A livello epatico l'ossidazione di 1 grammo di alcol determina la liberazione di un quantitativo energetico importante, equivalente a 7 kcal, contro le 4 Kcal di carboidrati e proteine e le 9 kcal dei grassi.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 25)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
Il tromboembolismo venoso è una condizione che si verifica quando un trombo formatosi generalmente nelle vene profonde degli arti inferiori (per pregressa trombosi venosa profonda, TVP) si stacca e migra nel sistema vascolare a valle. In genere i trombi così formati si fermano nei capillari o nei grossi vasi polmonari, a seconda delle dimensioni del trombo migrante, e possono causare embolia polmonare, una complicanza potenzialmente letale della TVP. L’insieme della patologia di partenza (TVP) e la complicanza legata al distacco dei trombi, si definisce tromboembolismo venoso. Essendo il tromboembolismo venoso una condizione potenzialmente letale, i pazienti oncologici affetti da tale patologia presentano minore sopravvivenza rispetto ai pazienti oncologici senza tromboembolismo venoso.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 26)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
La fluoxetina è un farmaco appartenente alla classe degli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), impiegato nella terapia di vari disturbi di tipo psichiatrico come depressione, disturbo ossessivo-compulsivo, disordini dell’alimentazione, sbalzi d’umore e altri. La sua azione è dovuta all’inibizione del trasportatore della serotonina, con aumento delle sue concentrazioni a livello dello spazio intersinaptico e stimolazione più duratura dei recettori. La serotonina è un neurotrasmettitore monoaminico del sistema nervoso centrale,  importantissimo, fra le altre cose, nella regolazione del tono dell’umore e conosciuto come “ormone della felicità”. Tra i possibili effetti collaterali, oltre ad eventuali reazioni allergiche, la fluoxetina può causare l’insorgenza della sindrome serotoninergica, caratterizzata da alterazione dello stato mentale, ipertermia, acidosi metabolica, rabdomiolisi, insufficienza renale acuta e CID. Altri possibili effetti collaterali sono la perdita di appetito e di peso, nausea, secchezza delle fauci, glaucoma, astenia, cefalea. 
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 27)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
L’appendicite rappresenta un processo infiammatorio acuto dell’appendice. Il dolore da appendicite è differente in base allo stato dell’infiammazione dell’organo stesso. All’inizio si avranno delle fitte in fossa iliaca destra con senso di pesantezza e, a livello sistemico, anoressia, nausea, vomito e febbre. Successivamente si arriva a uno stato di infiammazione maggiore con dolore tipico in sede periombelicale o epigastrica e aumento della nausea e del vomito. A ciò si associano i segni classici di appendicite: la dolorabilità diretta in fossa iliaca destra, dolorabilità da rimbalzo (segno di Blumberg positivo), punto di McBurney positivo, segno dell’otturatore, segno di Rovsing positivo e segno dello psoas.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 28)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
La pressione di pulsazione è definita come la differenza tra pressione sistolica e pressione diastolica. La pressione differenziale tende ad aumentare a causa dell’invecchiamento delle arterie
di conduttanza e della graduale e progressiva sostituzione del tessuto elastico della loro tunica media con tessuto fibroso non distendibile, ove avremo pertanto una pressione sistolica
moderatamente elevata, una pressione diastolica bassa ed una pressione media normale. Tra tutte le opzioni indicate l’unica che non determina un aumento della pressione arteriosa differenziale è a stenosi aortica, che è una condizione caratterizzata da un restringimento della valvola aortica con ostacolato passaggio del sangue dal ventricolo sinistro all'aorta ascendente durante la fase di sistole: poiché la resistenza all’efflusso di sangue è elevata, la pressione ventricolare sinistra aumenta notevolmente con la normale pressione sistolica nell'aorta. Dal punto di vista clinico spesso è asintomatico negli adulti, ma se non trattato, si manifesta con  uno o più reperti della classica triade sintomatologica caratterizzata da: sincope, angina e dispnea da sforzo; inoltre nelle fasi avanzate si può esitare nell’insufficienza cardiaca e nelle aritmie. La stenosi della valvola aortica si manifesta con un soffio meso-sistolico, aspro, con caratteristica in andamento crescente-decrescente, che risulta meglio apprezzabile a livello del margine sternale superiore destro.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 29)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
La febbre può assumere andamenti caratteristici e differenti in relazione alle cause scatenanti.
Una febbre che presenta oscillazioni giornaliere di due-tre gradi, senza che mai si raggiunga la defervescenza, è definita febbre remittente o discontinua e può essere associata a setticemie, malattie virali o tubercolosi.
Si definisce continua una febbre in cui la temperatura corporea raggiunge i 40°C e si mantiene costante poiché le oscillazioni giornaliere sono sempre < 1°C senza raggiungimento della defervescenza.
Si definisce intermittente una febbre in cui si alternano periodi di ipertermia e di apiressia nello stesso giorno. Nella febbre ricorrente questo avviene nell’arco di un periodo più lungo (ogni settimana, ogni tre settimane, ecc.).
Si definisce ondulante una febbre in cui il periodo febbrile oscilla da 10 a 15 giorni.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 30)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
Nel tracciato elettrocardiografico, secondo le convenzioni internazionali:
- l’onda P corrisponde alla depolarizzazione atriale,
- l’intervallo PR (o PQ) corrisponde al passaggio del fronte d'onda di depolarizzazione nel nodo atrio-ventricolare (AV),
- il complesso QRS è costituito da tre onde che si susseguono e corrispondente alla depolarizzazione ventricolare. L'onda Q è negativa e corrisponde alla depolarizzazione del setto interventricolare, l'onda R è molto più alta, positiva, corrispondente alla depolarizzazione dell’apice cardiaco e della porzione anteriore dei due ventricoli, specialmente del sinistro, e infine l'onda S è un'onda negativa corrispondente alla depolarizzazione delle regioni basale e posteriore del ventricolo sinistro.
- il tratto ST rappresenta il periodo in cui le cellule ventricolari sono tutte depolarizzate, dunque non vi sono movimenti elettrici sino all'inizio della ripolarizzazione.
- l’onda T consiste nella ripolarizzazione ventricolare.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 31)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
I tossicodipendenti che assumono cocaina sono soggetti ad abbastanza effetti collaterali. Il più importante e temibile di questi è la dipendenza dalla sostanza. A livello cardiovascolare troveremo aritmie, fibrillazione ventricolare, ipertensione arteriosa, cardiopatia ischemica, infarto e aneurisma dissecante; a livello polmonare potremmo trovare fibrosi; neurologicamente potremmo avere convulsioni, emorragia cerebrale o encefaliti; a livello psichiatrico si hanno i più importanti effetti: ansia, attacchi di panico, agitazione, psicosi. Risulta pertanto assente come effetto l’abulia.
Nel corso dell’assunzione cronica della sostanza si produce una sorta di tolleranza verso gli effetti collaterali psichici ma non verso quelli cardiovascolari.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 32)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
Le paratiroidi sono quattro piccole ghiandole endocrine localizzate sulla faccia posteriore dei lobi della tiroide. Secernono il paratormone, un ormone polipeptidico che esercita il controllo sul metabolismo del calcio e, di conseguenza, sulla formazione di 1,25(OH)2 vitamina D. E’ il principale ormone regolatore del metabolismo osseo grazie all'azione su osteoblasti, osteoclasti ed osteociti. La secrezione di paratormone, che avviene normalmente in risposta all’ipocalcemia, determina un aumento dei livelli di calcio circolante per maggiore riassorbimento a livello intestinale, renale, e per mobilizzazione del calcio osseo. Livelli elevati di questo ormone causano eccessiva mobilizzazione ossea, con perdita della massa ed osteoporosi. La paratiroidectomia totale, ovvero l’asportazione chirurgica delle paratiroidi, comporta l’assente produzione di questo ormone con disregolazione del metabolismo del calcio e una sua drastica riduzione a livello ematico; si configura quindi una condizione di ipocalcemia e non di ipercalcemia.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 33)


Spiegazione(La risposta corretta è la D.
La somministrazione della terapia anticoagulante nei pazienti anziani è mirata alla prevenzione di eventi tromboembolici, molto frequenti in questa fascia d’età a causa dei molteplici fattori di rischio quali le cardiopatie, tra cui fra le più frequenti la fibrillazione atriale. Tra i principali farmaci anticoagulanti che vengono somministrati, vi sono il Warfarin ed i nuovi anticoagulanti orali (NAO). ll warfarin è un farmaco cumarinico che agisce come inibitore del complesso vitamina K epossido reduttasi (VKORC), l’enzima che permette il riciclaggio della vitamina K, cofattore essenziale della carbossilazione dei residui di glutammato N-terminali, essenziali per l’interazione dei fattori II, VII, X, IX e delle proteine C ed S con il Ca2+ (a sua volta mediatore dell’interazione con i fosfolipidi). I nuovi anticoagulanti orali quali dabigatran, rivaroxaban e apixaban inibiscono invece in maniera reversibile e selettiva l’attività biologica di proteasi chiave della cascata coagulativa. Il dabigatran è un inibitore diretto reversibile della trombina, il rivaroxaban e l’apixaban sono inibitori diretti del fattore Xa. Tra i principali effetti collaterali dovuti alla somministrazione di anticoagulanti abbiamo i disordini coagulativi, in particolare di carattere emorragico, sebbene nel caso del warfarin si possano verificare anche trombosi microvascolare e necrosi cutanea. La loro somministrazione non è associata ad un maggior rischio di colpi di calore nel soggetto anziano.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 34)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
Uno dei primi sintomi della menopausa è l’irregolarità del ciclo mestruale, che può essere assente alcuni mesi o essere presente ma irregolare nella durata.
Una volta iniziato il periodo menopausale, i sintomi più frequenti e tipici sono la presenza di vampate di calore, spesso associata a flushing del viso e sudorazioni notturne. Dal punto di vista psichico la diversa secrezione ormonale determina insonnia, ansia, irritabilità, calo del tono dell'umore e una maggiore facilità all'affaticamento, sintomi associati spesso alla maggiore frequenza di cefalea. Inoltre, la menopausa determina alcune modificazioni nella mucosa vaginale, che risulta nella secchezza vulvo-vaginale con atrofia della mucosa, che si associa sia da un punto di vista ormonale che fisico al calo della libido e del desiderio sessuale.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 35)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
Il glutine è contenuto nel frumento, orzo, segale, farro, avena, kamut, triticale ed è un complesso proteico contenente una sostanza, la prolamina, verso la quale può svilupparsi, in individui geneticamente predisposti (geni HLA DQ2 e DQ8), la celiachia.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 36)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
Per diverticolosi si intende la formazione di diverticoli in assenza di complicanze, mentre per diverticolite si intende un processo infiammatorio a livello dei diverticoli. Dal punto di vista epidemiologico, con l’età l’incidenza di diverticolosi e diverticolite aumenta. La sede maggiormente predisposta alla formazione di diverticoli è senza dubbio il colon retto; si tratta di erniazioni della mucosa, nella gran parte dei casi di diametro inferiore al cm, che appaiono come piccole estroflessioni sacciformi e che si localizzano principalmente in presenza di punti di debolezza della parete intestinale come ad esempio nell'area localizzata tra la tenia mesenterica e quella antimesenterica. Questi punti di debolezza, in seguito alla sollecitazione cronica dovuta all'aumento della pressione endoluminale durante l'attività peristaltica, possono sfiancarsi e dar luogo a queste formazioni. Come detto, i diverticoli possono andare incontro a processi infiammatori che prendono il nome di “diverticolite”. Clinicamente la diverticolite si manifesta con  una serie di sintomi e segni, quali: dolore addominale (solitamente in fossa iliaca sinistra o in regione sovrapubica), diarrea o alternanza di stipsi-diarrea, nausea e vomito, peritonite, perforazione, formazione di una fistola, formazione di un ascesso, fistola colo-vescicale, emorragia, febbre e leucocitosi (la febbre è solitamente rilevabile fino alla metà dei pazienti; la febbre può essere molto elevata in caso di peritonite o ascesso. La leucocitosi è rilevabile in circa 4 pazienti su 5), aumento di VES e PCR. La diagnosi viene accertata con la TC.
La sindrome da malassorbimento non rappresenta una complicanza della malattia diverticolare, ma di altre patologie quali la celiachia ad esempio.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 37)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
La cuffia dei rotatori è il complesso muscolo-tendineo della spalla costituito da quattro muscoli, i cui tendini proteggono l'intera articolazione scapolo-omerale e formano una vera e propria cuffia che avvolge la testa dell'omero. Questo complesso è un fondamentale mezzo di fissità dell'articolazione scapolo-omerale, poiché la cavità glenoidea della scapola non ha la dimensione adeguata per l’articolazione con la testa dell'omero.
I quattro muscoli che compongono la cuffia dei rotatori sono il muscolo sottoscapolare, sovraspinato, infraspinato e piccolo rotondo.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 38)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
La proteina C è uno dei principali fattori anticoagulanti del sangue; normalmente circola nel plasma in forma inattiva e viene attivata dalla presenza di trombina e trombomodulina, che la convertono nella forma attiva (proteina C attiva). Nella sua forma attiva, la proteina ha una forte attività pro-fibrinolitica mediante l'inibizione del PAI-1 (inibitore dell'attivatore del plasminogeno).
E’ fondamentale il dosaggio di questa proteina in previsione della terapia con contraccettivi orali, dal momento che può associarsi a uno stato protrombotico e alle sue conseguenze (trombosi venosa, tromboembolismo venoso o altri disturbi cardiovascolari).
Inoltre, il test della proteina C può essere richiesto anche in caso di aborti multipli, nel controllo di deficit ereditario di proteina C, nel caso di un evento trombotico inspiegabile,specialmente in giovani pazienti.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 39)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
L'angina addominale è una sindrome clinica dovuta ad un quadro di ischemia intestinale.
I sintomi dell'angina addominale si rendono evidenti soprattutto dopo i pasti, dato che la digestione è la condizione in cui aumentano le richieste di sangue e ossigeno all'intestino. I sintomi più frequenti consistono in dolore addominale crampiforme in sede epigastrica, ad insorgenza post-prandiale e che possono protrarsi anche per diverse ore dopo il pasto, diarrea, flatulenza e malassorbimento. Data la gravità della sintomatologia, spesso il paziente si astiene dall’alimentazione il più possibile, con conseguente calo ponderale e astenia.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 40)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
La manovra di Murphy è una manovra utilizzata per indagare la presenza di un dolore di pertinenza colecistico: un segno di Murphy positivo si caratterizza per l’evocazione del dolore alla pressione sul punto colecistico in ipocondrio destro, localizzato all’altezza dell’estremità anteriore della 10° costa a destra, durante l’inspirazione profonda.
Il segno di Murphy positivo è indice della probabile presenza di una colecistite o di una calcolosi. La patologia per cui più frequentemente si osserva la positività della manovra di Murphy è la colecistite acuta, cioè l’infiammazione acuta della cistifellea; se invece sono presenti una colecistite cronica o una calcolosi, il segno sarà più sfumato o si dovrà esercitare una pressione maggiore per ottenere una franca positività.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 41)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Con il termine cefalee si intende un sintomo (quindi secondario ad una lesione organica o comunque ad un’altra malattia) ma, talvolta, anche una malattia stessa. Può essere sintomo di molte patologie, oppure malattia di per sé nel caso di cefalea primaria, ovvero quando la malattia e il sintomo sono la stessa cosa.
La cefalea tensiva rientra fra le cefalee primarie e per la sua diagnosi richiede almeno 10 episodi che soddisfino i seguenti criteri:
durata 30 min - 7 giorni;
almeno 2 caratteristiche tra: dolore non pulsante, intensità lieve-media, bilaterale, non aggravato da attività fisica routinaria;
nausea e vomito assenti (può esserci anoressia) e presenza solo di foto oppure fonofobia;
la cefalea non è attribuibile ad altra patologia.
A differenza dell’emicrania, la cefalea di tipo tensivo non ha delle caratteristiche specifiche. Il dolore in genere non è pulsante, ma un dolore gravativo. L’intensità è lieve o lieve-media, mai severa come nell’emicrania. Non è aggravata dall’attività fisica (secondo alcuni potrebbe anche migliorarla). Non ci sono sintomi d’accompagnamento. Quindi il dolore ha delle caratteristiche aspecifiche. Tra le caratteristiche peculiari ricordiamo che la cefalea tensiva è associata a cervicalgie e problemi posturali riguardanti il collo (contratture muscolari etc.) e poi si associa spesso a disturbi della sfera emotivo-affettiva (depressione, ansia etc.).
Essa è in assoluto la forma più frequente tra tutte le cefalee (2/3 dei casi ambulatoriali) ed è in aumento nei paesi ad alta industrializzazione essendo essa da riconoscere come aspetto della reazione dell’individuo allo stress della vita quotidiana.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 42)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
Il Clostridium difficile è un batterio appartenente alla famiglia Clostridiaceae patogeno per l'uomo, Gram+ anaerobio, responsabile della colite pseudomembranosa.
Il C. difficile è virulento in quanto possiede due tossine:
- tossina A è un'enterotossina, questa molecola si lega alle cellule della mucosa. Essa, causa un'ipersecrezione di liquido determinando una diarrea acquosa;
- tossina B è una citotossina, causa gravi danni alla mucosa. Determina un aspetto pseudomembranoso della stessa.
Il Clostridium difficile causa colite associata ad antibiotici tipicamente in ambiente ospedaliero.
Il batterio in questione fa parte normalmente del microbiota umano; tuttavia, quando si utilizzano antibiotici per lungo tempo questi possono distruggere anche quei batteri che tengono “sotto controllo” il Clostridium. Quando, il C. difficile diviene dominante, si possono avere crampi addominali e colite pseudomembranosa, diarrea (talora ematica), raramente la sepsi e l'addome acuto.
I sintomi esordiscono alcuni giorni dopo l’inizio della terapia antibiotica; includono diarrea acquosa o scariche di feci non formate, crampi addominali, raramente nausea e vomito.
Per quanto riguarda la diagnosi, è importante 'identificazione della tossina nelle feci.
Per quanto riguarda il trattamento di questa patologia è sufficiente andare ad interrompere la terapia antibiotica; se la sintomatologia è grave, è possibile utilizzare vancomincina o metronidazolo
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 43)


Spiegazione(La riposta corretta è la B.
Il colera è una patologia causata dal Vibrio Cholerae, che si manifesta con diarrea secretoria “ad acqua di riso” come sintomo principale che esordisce dopo poche ore o entro 5 giorni dal contagio. Il periodo d’incubazione della malattia varia generalmente tra le 24 e le 72 ore, ma in alcuni casi può arrivare sino a 5 giorni, a seconda del numero di batteri ingeriti. Gli effetti sistemici sono legati alla forte disidratazione provocata dalle scariche diarroiche profuse con cui si giunge ad espellere fino a 1L/h di liquidi, alla deplezione di potassio e all’acidosi. Il quadro clinico include: ipotensione, polso filiforme, affossamento oculare, sudorazione algida, crampi muscolari, vomito senza nausea, oligo-anuria che può evolvere in necrosi tubulare, shock ipovolemico.
Il trattamento prevede la reintegrazione di fluidi e potassio per via parenterale e terapia antibiotica basata sulla sensibilità riscontrata all’antibiogramma dopo coprocoltura.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 44)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
L’appendicite rappresenta un processo infiammatorio acuto dell’appendice. La sintomatologia è inizialmente sfumata con dolore viscerale, superficiale e diffuso in regione periombelicale; successivamente con l’approfondirsi del processo infiammatorio ai vari strati della parete e con l’interessamento della sierosa di rivestimento si trasforma in un dolore parietale ben localizzato in fossa iliaca destra, più specificamente nelle forme tipiche nel punto di Mc-Burney, con irradiazione a vari livelli a seconda della posizione dell’appendice (ombelico, bacino, coscia, regione lombosacrale). Si associano nausea e vomito, alvo inizialmente diarroico poi chiuso a feci e a gas, dolore evocato alla iperestensione passiva della coscia (segno dello psoas).
Per piastrone appendicolare si intende una lesione anatomopatologica caratteristica dell’appendicite flemmonosa suppurativa, costituito dall'epiploon saldato al cieco e ad ultima ansa ileale da essudato fibrinoso e/o purulento, clinicamente apprezzabile come una tumefazione dolente alla palpazione.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 45)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Il Morbo di Paget,noto anche come osteite deformante, è una malattia metabolica dell'osso del paziente adulto. E' una patologia cronica in cui il turnover osseo è accelerato in alcune aree, ha quindi una distribuzione focale. Come dice il nome stesso, osteite deformante, si ha una accelerazione del rimodellamento osseo, con sovvertimento della normale architettura della matrice e la sua sostituzione con tessuto osseo non organizzato, molto più fragile e rarefatto. Distinguiamo due fasi: la prima di riassorbimento osseo focale, seguita da una fase di formazione ossea disordinata che provoca un rimodellamento anormale. Questo può portare alla graduale comparsa di dolore, deformità dei segmenti ossei interessati (spesso anche ingrandimento) ed eventuali fratture. Quando vengono interessate le ossa lunghe, soprattutto degli arti inferiori, uno dei segni più evidenti è la curvatura di tali ossa.  Abbiamo delle forme monostotiche e poliostotiche. I siti più interessati sono: pelvi 30-75%, femore 25-35%, rachide lombare 30-75%,  cranio 25-65%, tibia 32%. Le estremità inferiori sono maggiormente interessate rispetto alle superiori. Il coinvolgimento cervicale e toracico è minore.)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 46)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
L’ipotiroidismo subclinico consiste in una disfunzione degli ormoni tiroidei, in assenza di sintomi clinici, da cui il nome subclinico. In particolare, in caso di ipotiroidismo subclinico vi è l’associazione di elevati livelli sierici di TSH e normali livelli di ormoni tiroidei liberi (FT3 e FT4), rilevata in due occasioni a distanza di almeno 3 mesi l’una dall’altra. Questa condizione si verifica generalmente per livelli di TSH compresi tra 4 e 10 mU/L, poiché valori oltre i 10 mU/L generalmente comportano una riduzione dei valori degli ormoni tiroidei in circolo (ipotiroidismo manifesto).
La causa più comune di ipotiroidismo subclinico è la tiroidite di Hashimoto, ma possono causarlo anche la tiroidite subacuta, silente o post-partum e l’uso di farmaci quali litio, interferone e amiodarone.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 47)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Una diagnosi clinica di endocardite certa richiede che siano soddisfatti solo 2 criteri maggiori oppure 1 criterio maggiore più 3 criteri minori o solo 5 criteri minori.
I criteri diagnostici maggiori consistono in:
Emocoltura positiva per microorganismi tipici dell'endocardite infettiva (S. viridians, S. bovis, HACEK, S. aureus, enterococco) da 2 diverse colture ematiche o 2 colture positive da campioni prelevati a distanza di >12 ore, o 3 o al massimo 4 colture ematiche separate (primo e ultimo campione prelevati a distanza di un’ora);
Ecocardiografia che rileva tessuto oscillante sulla valvola o sulle strutture di supporto, nel percorso del flusso rigurgitante o su materiale impiantato, in assenza di spiegazione anatomica alternativa, o ascesso, o neo-deiescenza parziale di valvola protesica o nuovo rigurgito valvolare;
Emocoltura singola positiva per Coxiella burnetii o titolo anticorpale IgG antifase 1 >1:800.
I criteri diagnostici minori consistono in:
Condizione cardiaca predisponente o uso di farmaci endovenosi;
Temperatura corporea>38°C;
Fenomeni vascolari: emboli arteriosi, infarti polmonari, aneurismi micotici, emorragia endocranica, emorragie congiuntivali, lesioni di Janeway;
Fenomeni immunologici: glomerulonefrite, noduli di Osler, macchie di Roth, fattore reumatoide;
Evidenza microbiologica: coltura ematica positiva ma non soddisfa un criterio principale come descritto sopra o evidenza sierologica di infezione attiva da un organismo possibile causa di endocardite (escluso stafilococco coagulasi negativo e altri contaminanti comuni).
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 48)


Spiegazione(La risposta corretta è la D.
La metformina, un farmaco ipoglicemizzante orale che viene somministrato nel diabete di tipo II, può essere responsabile di acidosi lattica, un tipo di acidosi metabolica con Gap anionico aumentato, dovuto al consumo di bicarbonato da parte di acidi organici. Questo disordine metabolico può essere ottenuto attraverso due meccanismi: il passaggio del metabolismo cellulare da aerobio ad anaerobio e la soppressione della gluconeogenesi con impiego del lattato come substrato. La presenza di insufficienza renale, data l’escrezione della metformina al 90% per via renale, può essere responsabile del suo accumulo, con maggior rischio di insorgenza di acidosi. Oltre all’acidosi metabolica, i sintomi e i segni da tossicità da metformina comprendono alterazione dello stato mentale con sopore, fino al coma, irritazione gastrointestinale, oligo-anuria, depressione respiratoria, ipotensione.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 49)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
L’acido folico e i folati sono vitamine del gruppo B (vitamina B9); in particolare il folato si riferisce alla vitamina nella sua forma naturale presente negli alimenti, mentre l’acido folico (acido mono-pteroil-glutammico) è la sua forma ossidata. Questa vitamina è essenziale per la sintesi del DNA e di alcune proteine (emoglobina) e soprattutto per i tessuti che vanno incontro a processi di proliferazione e differenziazione, come i tessuti embrionali. Per questo, negli ultimi decenni, l’acido folico è stato riconosciuto come essenziale nella prevenzione di alcune malformazioni congenite, particolarmente di quelle a carico del tubo neurale.
L’assunzione raccomandata di folati nella popolazione generale è 0,4 mg/die, mentre per le donne in gravidanza aumenta a 0,6 mg/die.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 50)


Spiegazione(La risposta corretta è la D.
Gli antagonisti del recettore dell’angiotensina II, o sartani, rappresentano una classe di farmaci ad azione antipertensiva la cui azione è mirata al blocco diretto e selettivo del recettore dell’angiotensina II, inibendone gli effetti biologici quali la vasocostrizione periferica, la risposta pressoria, l’aumento del tono simpatico e la variazione della funzione renale. Gli ACE-inibitori, anch’essi impiegati principalmente nel trattamento dell’ipertensione arteriosa e di altre patologie cardiovascolari, agiscono sull’ACE (enzima di conversione dell’angiotensina), inibendo la conversione dell’angiotensina I in II e causando una riduzione della pressione arteriosa, per riduzione delle resistenze arteriolari periferiche. L’associazione tra queste due classi di farmaci può causare eccessiva riduzione della pressione arteriosa, insufficienza renale e maggior rischio di iperkaliemia, per cui non è raccomandata.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 51)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
La sclerosi multipla (SM) è una malattia infiammatoria, cronica, demielinizzzante del sistema nervoso centrale: i foci di infiammazione sono disseminati nel SNC, mentre il SNP non viene intaccato. Dati clinici e sperimentali supportano l'ipotesi che la SM sia una malattia infiammatoria a genesi autoimmune, secondo un meccanismo Th1: in alcune aree del SNC si verifica la demielinizzazione con la formazione delle cosiddette placche. Questo processo è causato dalla reazione infiammatoria che è dimostrata dalla presenza di infiltrati composti da cellule T e macrofagi. Accanto alla demielinizzazione primaria tutto il danno infiammatorio che si viene a creare nelle placche porta anche precocemente ad un danno assonale: viene proprio a sfaldarsi l’assone al di sotto della guaina, e questo avviene già precocemente. Nelle placche croniche vi è una diminuzione della densità assonale del 50-70%: tramite un processo di degenerazione retrograda si ha una perdita neuronale, tanto è vero che i pazienti con sclerosi multipla dopo una lunga durata di malattia vanno incontro ad un processo di atrofia, ossia una riduzione della massa cerebrale. I sintomi sono vari, tra i più frequenti abbiamo la neurite ottica, una diplopia, una ipossiemia, un disturbo della minzione, un disturbo della sensibilità a seconda della lesione.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 52)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
La tetralogia di Fallot è un’anomalia cardiaca congenita che si presenta con quattro caratteristiche anatomiche:
- la comunicazione interventricolare da difetto del setto,
- origine biventricolare dell'aorta, che si trova a cavallo fra i due ventricoli,
- stenosi della valvola polmonare con ostruzione all’efflusso del ventricolo destro,
- ipertrofia del ventricolo destro.
È il difetto congenito che più comunemente causa cianosi, ma non nel periodo neonatale immediato.
Si presenta con vari gradi di cianosi, diminuzione del flusso sanguigno polmonare e soffio di eiezione sistolica lungo e aspro preceduto da uno scatto, dovuto alla riduzione delle dimensioni dell’infundibolo e stenosi valvolare polmonare
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 53)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
La gotta è una patologia infiammatoria cronica, classificata fra le artriti da microcristalli. La saturazione dei liquidi extracellulari in acido urico, con superamento della concentrazione massima della sua solubilità nel plasma (7 mg/dl nell’uomo e 6 mg/dl nella donna), ne provoca la precipitazione e il deposito sotto forma di cristalli di urato monosodico (UMS) a livello dei tessuti avascolari, come le cartilagini, o poco vascolarizzati come i tendini, i legamenti o le articolazioni, soprattutto quelle periferiche. L’articolazione metatarsofalangea è coinvolta all’esordio in più del 50% dei casi. La precipitazione dei cristalli è favorita dalla riduzione del pH o della temperatura corporea, dalle infezioni e dai traumi; a sua volta, l’iperuricemia è favorita anche dall’abuso di alcool, dall’assunzione di cibi ricchi in purine e dalla predisposizione genetica. L’esposizione ai raggi del sole non è un fattore normalmente correlato a questa patologia. Gli attacchi acuti di gotta sono caratterizzati dalla rapida comparsa di dolore e di tumefazione articolare; può essere anche presente eritema della cute sovrastante. Si tratta di episodi generalmente monoarticolari, che dopo anni possono cronicizzare e diventare poliarticolari. La diagnosi clinica è ragionevolmente accurata in presenza di una manifestazione tipica ma viene confermata dalla dimostrazione dei cristalli di UMS o di tofi nelle sedi interessate. La terapia negli attacchi acuti di gotta è sintomatica e si basa sui FANS, sugli steroidi e sulla colchicina: la terapia farmacologica deve essere prescritta nei casi in cui l’iperuricemia non può essere corretta con semplici misure comportamentali. Gli inibitori della xantino ossidasi riducono l’uricemia anche nei pazienti ipoescretori.
 
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 54)


Spiegazione(La risposta corretta è la D.
Il virus di Epstein-Barr è responsabile della mononucleosi, una malattia virale contagiosa.
Dal punto di vista clinico, la mononucleosi infettiva classica si caratterizza per una importante triade clinica:
1. febbre, faringodinia e linfoadenopatia,
2. linfocitosi,
3. presenza nel siero di anticorpi eterofili.
L’esantema maculo-papuloso non è solitamente presente (è presente nel 5% dei casi). I pazienti che hanno la mononucleosi potrebbero sviluppare un rash molto simile a quello del morbillo se trattati con ampicillina (prescritta in maniera errata nel sospetto di una faringotonsillite acuta streptococcica). Nella maggior parte dei casi l’infezione da EBV è comunque asintomatica o paucisintomatica.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 55)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Il test di Lachman viene effettuato a paziente supino sul lettino impugnando la gamba con una mano e con l’altra mano la coscia appena al di sopra della rotula. A paziente rilassato si effettua una trazione in avanti con la tibia, spingendo con la mano controlaterale il femore all’indietro. A questo punto si valuta la tenuta dell’articolazione. Se si sente uno scatto in avanti, quasi come uno scalino, allora significherà che c’è stata una lesione del legamento crociato anteriore che non riesce a evitare questo movimento. In un paziente sano, o con un crociato non del tutto lesionato, il test risulterebbe negativo ossia non si avvertirebbe nessuno scatto. Se si volesse essere del tutto certi si può integrare anche un test del cassetto anteriore del ginocchio per confermare la rottura del crociato anteriore.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 56)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
L’ecocardiogramma o ecografia cardiaca è la metodica più utilizzata nel monitoraggio della cardiotossicità da farmaci, data la sua versatilità tecnica (eseguibile in qualsiasi consulenza cardiologica), il suo basso costo e la sua bassa invasività.
In caso di cardiotossicitàvi possono essere alterazioni della cinetica o delle dimensioni delle camere cardiache, della contrattilità del miocardio, della sua struttura, ecc. Tutte queste alterazioni possono essere facilmente studiate con l’ecocardiogramma, che pertanto è la metodica di elezione nella loro stadiazione e follow-up.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 57)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
Nel sospetto di torsione testicolare il paziente deve essere immediatamente inviato in pronto soccorso per una valutazione clinica ed ecografica repentina. Con l’ecografia con color-Doppler, infatti, potrà essere effettuata la diagnosi di torsione testicolare e di assenza di vascolarizzazione ghiandolare, pertanto il paziente sarà immediatamente inviato in sala operatoria per la risoluzione chirurgica della torsione e il ripristino della vascolarizzazione testicolare.
Se la valutazione medica e chirurgica non sono istantanee, vi è un rischio molto elevato di necrosi testicolare con conseguente perdita di funzionalità d’organo.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 58)


Spiegazione(La risposta corretta è la D.
L’infezione da herpes zoster è causata dalla riattivazione di un'infezione latente da parte del virus della varicella-zoster (VZV). Dopo l'infezione iniziale da VZV ("varicella"), il virus non viene sradicato dall’organismo, ma rimane latente nei corpi cellulari dei neuroni sensoriali del ganglio della radice dorsale. L'herpes zoster si presenta più frequentemente negli individui più anziani o immunodepressi, di solito scatenata da fattori quali  stress emotivo o fisico. La riattivazione del VZV, da questa localizzazione, determina una condizione comunemente nota come "fuoco di Sant'Antonio", che si manifesta con una sintomatologia prodromica, caratterizzata da dolore e disestesia , che segue una distribuzione dermatomerica. Questo dolore è seguito da un'eruzione vescicolare su una base eritematosa, anche essa a distribuzione dermatomerica. La nevralgia post erpetica è caratterizzata da un dolore cronico e persistente in corrispondenza della distribuzione dell'eruzione, che dura mesi dopo la risoluzione della manifestazione vescicolare cutanea.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 59)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
Il segno di Romberg è  un segno di alterazione della sensibilità profonda e dell'equilibrio causata da lesioni spinali o disturbi della funzionalità cerebellare e vestibolare: un segno di Romberg positivo indica la presenza di lesioni spinali ed è specifico della tabe dorsale; se il segno compare anche a occhi aperti si è in presenza di un'alterata funzionalità vestibolare o cerebellare.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 60)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
Lo HAS-BLED Score è un sistema sviluppato per valutare il rischio a 1 anno di emorragie in pazienti che assumono anticoagulanti orali o sono eleggibili per assumerli.
Lo score è compreso tra 0 e 9 e si basa su sette parametri, ad ognuno dei quali è attribuito un punteggio da 0 a 2.
L’acronimo HAS-BLED è costituito da i parametri di riferimento:
- Ipertensione (Hypertension)
- Anomalie renali e della funzionalità epatica(Abnormalrenal and liverfunction)
- Ictus (Stroke)
- Sanguinamento (Bleeding)
- INR labile (Labile INR)
- Età avanzata (Elderly)
- Droghe o alcol (Drugs or alcohol)
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 61)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
La malattia di Lyme è una zoonosi che si acquisisce a causa del morso di zecca (è trasmessa principalmente da 4 specie di zecche Ixodes sp) e l’agente eziologico alla base dell’infezione è la spirocheta Borrelia burgdorferi.
I sintomi iniziali comprendono: malessere generalizzato e rash cutaneo di carattere eritematoso migrante, che può essere seguito dopo alcune settimane o mesi da alterazioni articolari, neurologiche o cardiache.
La diagnosi è fondamentalmente clinica negli stadi precoci della malattia, ma i test sierologici possono essere di sostegno nella diagnosi delle eventuali complicanze reumatologiche, neurologiche e/o cardiache che si manifestano nelle fasi avanzate della malattia. La terapia generalmente prevede la somministrazione di antibiotici come doxiciclina o ceftriaxone; l’amoxicillina, un antibiotico appartenente alla classe dei β-lattamici, è il trattamento di scelta nelle donne in gravidanza e in allattamento, nonché i bambini di età inferiore a 8 anni.)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 62)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
La scabbia è l'infestazione cutanea da parte dell'acaro Sarcoptes scabiei. La scabbia provoca delle lesioni intensamente pruriginose con papule eritematose e cunicoli negli spazi interdigitali, ai polsi, alla vita e ai genitali. Il responsabile è la femmina dell’acaro che scava dei cunicoli e rilascia delle sostanze antigeniche. L’infezione avviene attraverso il contatto con una persona infetta, di solito un membro della famiglia o persone che condividono uno stesso ambiente. 
Nei bambini più piccoli, le piante dei piedi, il palmo delle mani ed il cuoio capelluto sono le localizzazioni più frequenti. Nei bambini più grandi e negli adulti, i siti più comuni sono le aree interdigitali e flessori del polso.
Inizialmente compaiono le papule eritematose negli spazi interdigitali delle mani, sulla superficie flessoria dei polsi e dei gomiti, in regione ascellare, lungo la linea della vita, oppure sulle zone inferiori dei glutei. Le papule possono diffondersi a qualsiasi area del corpo, comprese le mammelle e il pene.
I cunicoli sono patognomonici della malattia, comparendo in forma di linee ondulate, sottili e lievemente squamose, lunghe da pochi mm a 1 cm. Una piccola papula scura -l'acaro - è spesso visibile a un'estremità. Sono molto pruriginose e pertanto in seguito a grattamento vengono escoriate. La terapia si basa innanzitutto sul rispetto di alcune norme igieniche quali il lavaggio di indumenti che poi devono essere riposti isolati in sacchi di plastica per almeno 3 giorni (dato che gli acari sopravvivono al di fuori dell’ambiente cutaneo per circa 2-3 giorni), e sulla somministrazione a livello topico di permetrina o per via sistemica di ivermectina.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 63)


Spiegazione(La riposta corretta è la D.
Le LDL (lipoproteine a bassa densità), sono comunemente conosciute come colesterolo cattivo: esse rappresentano la  rimanenza delle lipoproteine a densità intermedia (IDL) non assorbite a livello epatico, al quale hanno fornito i trigliceridi per poi restituire l'apolipoproteina apoE ad una lipoproteina ad alta densità (HDL) nascente.
La loro funzione è quella di trasportare trigliceridi e colesterolo esterificato nella circolazione, nel più ampio contesto funzionale delle lipoproteine VLDL, IDL e LDL. Il meccanismo coinvolto nella loro circolazione è lo stesso delle VLDL.
I loro valori sono:
 
mg/dL                         mmol/L                                                        Significato
<70                              <1.8                                                              indicato come ottimale per persone ad alto rischio cardiovascolare
<100                            <2.6                                                              indicato come ottimale per persone a medio rischio cardiovascolare
100 - 129                    2.6 - 3.3                                                        indicato come quasi ottimale per persone sane
130 - 159                    3.3 - 4.1                                                        valori moderatamente alti
160 - 189                    4.1 - 4.9                                                        valori alti
>190                            >4.9                                                              valori molto alti
 
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 64)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
I processi patologici a carico dell'ipofisi possono dare dei disturbi di tipo endocrinologico oppure dei disturbi di tipo espansivo. Le sindromi da compressione possono interessare tutte le strutture collocate in prossimità della sella turcica(il chiasma ottico, il II paio di nervi cranici e i tratti ottici; i nervi cranici VI, III, IV e V1; l’ipotalamo; i lobi frontali dell’encefalo).I disturbi visivi sono generalmente i primi sintomi compressivi a comparire. Il rischio di compressione non riguarda solamente il chiasma ottico (posto immediatamente avanti al peduncolo ipofisario) ma talvolta sono interessati anche i nervi ottici (che possono essere schiacciati nel punto in cui fuoriescono dal rispettivo canale ottico) oppure i tratti ottici (data la loro posizione ai lati al peduncolo ipofisario). Nel caso di compressione del chiasma ottico avremo una emianopsia bitemporale poiché nel chiasma ottico decussano le fibre nervose provenienti dalle emiretine nasali; i pazienti non vedranno ciò che si trova nei loro emicampi visivi temporali (mentre la visione degli emicampi nasali è preservata).
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 65)


Spiegazione(La risposta corretta è la D.
Il dolore neuropatico è un dolore acuto o cronico causato da unalesione o disfunzione di una qualsiasi struttura del sistema nervoso centrale o periferico(nervi periferici, radici nervose, midollo spinale, strutture corticali).
Al contrario del dolore nocicettivo, che origina da un insulto fisico o da un processo infiammatorio, il dolore neuropatico non segue la via fisiologica di trasmissione del dolore, ma origina all’interno del sistema nervoso per un danno organico di una delle sue strutture.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 66)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
Riportiamo il Wells Score, dalle ultime linee guida:
Caratteristiche ClinichePunteggio
Active cancer (treatment ongoing or within the previous six months or palliative)1
Paralysis, paresis, or recent plaster immobilization of the lower extremities1
Recently bedridden for more than three days or major surgery, within four weeks1
Localized tenderness along the distribution of the deep venous system1
Entire leg swollen1
Calf swelling by more than 3 cm when compared to the asymptomatic leg (measured below tibial tuberosity)1
Pitting edema (greater in the symptomatic leg)1
Collateral superficial veins (nonvaricose)1
Alternative diagnosis as likely or more likely than that of deep venous thrombosis-2
Score Complessivo
High probability 3 or greater
Moderate probability1 or 2
Low probability0 or less
Modification:
Questo modello clinico è stato modificato per tenere conto di un altro aspetto clinico: una trombosi venosa profonda (DVT) documentata in precedenza ha il punteggio di 1. Usando questo sistema di punteggio modificato, la TVP è probabile o improbabile, come segue:
DVT likely2 or greater 
DVT unlikely1 or less
 
Pertanto non viene considerato nel computo dello score di Wells per la stima della probabilità clinica di trombosi venosa profonda l’ arrossamento cutaneo localizzato.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 67)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
Il flumazenil è un antagonista selettivo per le benzodiazepine, è classificato come una imidazobenzodiazepina. Il suo meccanismo d’azione è l’antagonismo sul recettore GABA-A. Antagonizza gli effetti delle benzodiazepine a livello cerebrale quando si ha avuto un sovradosaggio oppure per spiazzare il legame con il recettore in caso di risveglio da azioni anestesiologiche o ipnotiche. Se somministrato per via endovenosa ha una rapida insorgenza d’azione ma ha anche una breve emivita motivo per cui si deve somministrare il farmaco più volte per antagonizzare gli effetti delle benzodiazepine che hanno una emivita molto più lunga. Effetti collaterali di questo farmaco sono agitazione, confusione, nausea e, nei soli pazienti con dipendenza dalle benzodiazepine, sindrome da astinenza.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 68)


Spiegazione(La risposta corretta è la D.
L'insufficienza cardiaca può essere dovuta ad un’unica causa o al sovrapporsi di più condizioni predisponenti (come in caso di scompenso cardiaco).
Nei paesi industrializzati, dato l’elevata esposizione a fattori di rischio cardiovascolare, l’insufficienza cardiaca è principalmente causata dalla malattia coronarica e dall’ipertensione arteriosa.
In più rare occasioni l’insufficienza cardiaca si associa ad altre patologie, come le cardiomiopatie di tipo ipertrofico o dilatativo, aritmie, valvulopatie, miocardite, anomalie congenite o patologie da accumulo come amiloidosi o emocromatosi.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 69)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Un tomografo a risonanza magnetica è un sistema complesso composto da: un magnete,  un sistema di radiofrequenze e  un sistema informatico di elaborazione.
Il magnete genera il campo statico che serve a differenziare i livelli energetici degli spin, in modo da renderli suscettibili al processo di eccitazione e capaci di produrre un segnale.
I vantaggi della RM rispetto alla TC sono: l’uso di radiazioni non ionizzanti, la possibilità di acquisizione di immagini multiplanari (assiali, coronali, sagittali, oblique), ottimi dettagli anatomici, una maggiore sensibilità nello studio delle alterazioni tissutali, capacità di discriminare tra vari tessuti in base all’intensità del segnale, migliore contrasto di tessuti rispetto alla TC.
Le controindicazioni all’esecuzione di una risonanza sono determinate dalla presenza di dispositivi e materiali suscettibili di movimento o di danneggiamento da parte di campi elettromagnetici: pacemakers cardiaci, impianti cocleari o altri dispositivi di biostimolazione, alcune valvole cardiache, clips aneurismatiche nel cervello, frammenti o schegge metalliche  (periorbitali), fissatori vertebrali, in generale tutti i corpi estranei magnetici.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 70)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
Il pregabalin (3-isobutil GABA) è un analogo strutturale del neurotrasmettitore GABA con un profilo farmacologico simile allagabapentina.
Il suo meccanismo d’azione dipende dal legame con la proteina alfa2-delta, subunitàdei canali del calcio voltaggio-dipendenti, che determina riduzione del rilascio di noradrenalina Ca- e K-dipendente e l’aumento del rilascio di glutammato K-dipendente nel tessuto corticale.
Le indicazioni del pregabalin consistono nel trattamento del disturbo d’ansia generalizzato dell’adulto, nel dolore neuropatico centrale e periferico dell’adulto e nel trattamento degli attacchi epilettici parziali in presenza o in assenza di generalizzazione secondaria.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 71)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
Il CHADS2 score e la sua versione aggiornata, il CHA2DS2DS2-VASc score, è un modello di stratificazione del rischio di ictus embolico nei pazienti con fibrillazione atriale non reumatica.
Lo score è utilizzato per determinare se sia necessario un trattamento con terapia anticoagulante o antiaggregante, in quanto la fibrillazione atriale è una condizione predisponente alla stasi ematica nelle camere cardiache e al conseguente sviluppo di trombi murali che possono staccarsi e creare emboli arteriosi a valle.
Il CHADS2 score è un acronimo che sta per:
C = Congestive heart failure
H = Hypertension
A = Age: se > 65 anni 1 punto, se > 75 anni 2 punti
D = Diabetes
S = Stroke
V = Vascular disease (vasculopatia periferica)
Sc = Sex category (se femmina 2 punti).
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 72)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
Gli screening che il SSN, tramite le Aziende Sanitarie Regionali, mette in pratica sono per i tumori della cervice uterina, del colon retto e della mammella.
Lo screening per il cancro della cervice uterina viene eseguito tramite PAP test che viene effettuato a tutte le donne che ne facciano richiesta tra i 25 e i 64 anni, è un test rapido ed economico che si deve ripetere ogni tre anni; lo screening per il cancro del colon-retto viene effettuato con una ricerca di sangue occulto nelle feci (Sof) che può essere richiesta dalla popolazione maschile dai 50 ai 70 anni e dalla femminile dai 50 ai 74 anni ogni 2 anni, per le persone con familiarità o a rischio si prendono in considerazione altri piani di screening; il cancro della mammella viene screenato tramite mammografie, essendo il tumore più frequente nella donna l’attenzione è molta: le donne possono richiedere una mammografia ogni 2 anni ottenendo così una diagnosi precoce.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 73)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
L’edema polmonare acuto cardiogeno è la principale manifestazione dell’insufficienza cardiaca acuta ed è caratterizzata dalla trasudazione di fluidi dai capillari polmonari verso gli spazi interstiziali e verso le cavità alveolari, per aumento della pressione capillare polmonare. L’accumulo massivo di liquido a livello interstizio-alveolare non consente l’adeguata ventilazione alveolare, sebbene la perfusione sia mantenuta. La furesemide è un farmaco diuretico, in particolare un diuretico “dell'ansa” perché va ad agire sulla porzione ascendente dell'ansa di Henle. I diuretici incrementano la velocità del flusso urinario e l'escrezione di sodio per cui possono essere utilizzati in quelle condizioni in cui si ha una ritenzione patologica di liquidi da parte dell'organismo. Quando somministrati in acuto, i diuretici dell'ansa aumentano anche l'escrezione di acido urico, effetto che si riduce nelle somministrazioni croniche. Pare che l'aumento del flusso renale dato da questi farmaci sia dovuto ad un meccanismo coinvolgente le prostaglandine. Date queste qualità, questi farmaci possono essere impiegati in alcune condizioni quali: l'edema polmonare acuto, lo scompenso cardiaco cronico, l'ipertensione arteriosa, l'edema da sindrome nefrosica o da insufficienza renale cronica, l'edema e l'ascite da cirrosi epatica, la diuresi terapeutica per sovradosaggio di farmaci, l'ipercalcemia.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 74)


Spiegazione(La risposta corretta e' Exenatide (Unico a non essere un antidiabetico orale)
L’acarbosio (un oligosaccaride di origine microbica in commercio in Italia dal 1995) è un antidiabetico orale con un peculiare meccanismo d’azione. Esso, infatti, inibisce l’α-glucosidasi dell’orletto a spazzola intestinale, enzima deputato alla degradazione dei oligo- e polisaccaridi presenti nella dieta. L’inibizione di questo enzima comporta un ritardo dose-dipendente nella digestione dei carboidrati, per cui il glucosio da essi derivante viene liberato e assorbito più lentamente nel circolo sanguigno.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 75)


Spiegazione(La risposta corretta è la D.
Il Mycobacteriumtuberculosis (o bacillo di Koch) è un bacillo Gram variabile, immobile, aerobio obbligato, della famiglia delle Mycobacteriacee ed è responsabile della tubercolosi.E’ definito Gram variabile poiché la sua membrana esterna è simile a quella dei Gram-, ma la colorazione di Gram non riesce a identificare il microorganismo a causa della sua alcol-acido resistenza; si utilizza pertanto la colorazione di Ziehl-Neelsen.
La tubercolosi (TBC) ha in genere una localizzazione prevalentemente polmonare sia nella forma primaria che secondaria, mentre la TBC extra-polmonare può colpire linfonodi (25%), pleura (20%), tratto genito-urinario (15%), ossa (10%) e meningi (5%).
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 76)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
La nefropatia diabetica è una condizione molto comune nei Paesi occidentali, dato l’elevato tasso di pazienti diabetici, e costituisce la seconda causa di insufficienza renale cronica in tutto il mondo.
La nefropatia diabetica può avere un interesse esclusivamente glomerulare, come nel caso della glomerulosclerosi nodulare o malattia di Kimmelstiel-Wilson, oppure può interessare anche la midollare renale, come nel caso di necrosi papillare renale da microangiopatia, o tutto il parenchima renale determinando pielonefrite post-necrosi.
La glomerulosclerosi nodulare di Kimmelstiel-Wilson è patognomonica di nefropatia diabetica, che in genere tende a manifestarsi in forme diverse, come descritto, o più probabilmente come glomerulosclerosi diffusa. La malattia di Kimmelstiel-Wilson è caratterizzata da una sindrome nefrosica con proteinuria, ipertensione e progressivo deterioramento della funzione renale.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 77)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
Le statine sono dei farmaci utilizzati nella terapia dell’ipercolesterolemia poiché impediscono la biosintesi del colesterolo nell’epatocita che, per questo motivo, espone sulla propria membrana cellulare dei recettori per le LDL, diminuendone la loro concentrazione plasmatica.
Gli effetti collaterali più importanti sono l’epatotossicità con l’aumento delle transaminasi; la miopatia con dolori muscolari e incremento degli indici plasmatici della CPK in quanto c’è il blocco dell’enzima idrossi-metilglutaril-Coenzima A reduttasi che inibisce la formazione di proteine prenilate utili nella formazione di energia nel muscolo; rabdomiolisi, in casi minori, con conseguente insufficienza renale e mioglobinuria; dispepsia o comunque disturbi gastrointestinali.
L’artrite non rientra tra questi effetti collaterali.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 78)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
La digossina trova una delle indicazioni principali per il suo utilizzo nello scompenso cardiaco con concomitante fibrillazione atriale con elevata frequenza ventricolare; diventa di seconda scelta per insufficienze cardiache congestizie di altra origine. Viene utilizzata in questi pazienti perché viene sfruttato il suo effetto inotropo positivo: la molecola di digossina si lega alla Na+/K+ ATPasi e inibisce il suo funzionamento, così facendo il Na+ si accumula all’interno della cellula cardiaca e provoca l’attivazione dello scambiatore Na+/Ca++ con la susseguente contrazione del miocardiocita.
La digossina resta però un farmaco poco gestibile, ha un indice terapeutico molto basso; gli effetti collaterali principali sono discromatopsia, sintomi gastrointestinali, confusione e delirium. È importante nei pazienti in trattamento infatti fare il dosaggio della digossina (digossinemia), la finestra terapeutica è tra 0,5 ng/ml e 1,5 ng/ml.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 79)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
Le patologie infettive trasmesse da zecche che presentano rilevanza epidemiologica in Italia sono la febbre bottonosa del Mediterraneo, la Borreliosi di Lyme, la febbre ricorrente da zecche, la tularemia, la meningoencefalite da zecche e l’anaplasmosi.
La febbre bottonosa del Mediterraneo è causata da Rickettsia Conorii, il cui vettore è costituito da diverse specie di zecche dure, soprattutto Rhipicephalussanguineus.
L'Anaplasmosi è una malattia infettiva trasmessa dalle cosiddette "zecche del bosco", Ixodesricinus.
Le zecche Ixodesricinus, Ixodespersulcatus,Dermacentored Haemaphysalis sono i principali vettori della trasmissione della meningo-encefalite virale e possono essere anche dei serbatoi dell'infezione stessa.
I vettori della borreliosi di Lyme sono zecche dure del genere Ixodes (ricinus, persulcatus, scapularis, pacificus) e Amblyomma e Dermacentor (zecca del cane).
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 80)


Spiegazione(La riposta corretta è la A.
La celiachia è una enteropatia cronica provocata dall'ingestione di alimenti contenenti il glutine e tende a svilupparsi in individui geneticamente predisposti (geni HLA DQ2 e DQ8). La celiachia è caratterizzata da lesioni mucosali dell'intestino tenue che, estendendosi distalmente a partire dal duodeno, ne riducono la superficie assorbente e provocano un quadro di malassorbimento (diarrea e/o steatorrea e/o dimagrimento). L'arrossamento della cute, insieme alla presenza di papule o vescicole pruriginose localizzate in maniera simmetrica soprattutto sulla superficie esterna dei gomiti, sulla parte anteriore delle ginocchia, nelle spalle, nella zona lombare e glutea e meno spesso su collo, viso e fronte oppure sull'intera superficie corporea, in un paziente con manifestazioni gastrointestinali, potrebbero rappresentare la manifestazione cutanea della celiachia, condizione che prendere il nome di dermatite erpetiforme. Talvolta questi segni cutanei potrebbero essere la prima espressione di celiachia e quindi l'unico segno di intolleranza al glutine. Per la diagnosi di certezza, è necessario effettuare una piccola biopsia della lesione e ricercare gli anticorpi responsabili della patologia: infatti la diagnosi può essere confermata istologicamente rilevando depositi IgA granulari lungo la membrana sub-epidermica. Con la celiachia la sintomatologia è variabile e può presentarsi con i classici segni di interessamento gastrointestinale, ovvero: malassorbimento, calo ponderale, steatorrea, diarrea, flatulenza e sintomi carenziali; inoltre con la celiachia possono essere presenti anche manifestazioni extraintestinali come: anemia da carenza di ferro, ipostatuarilismo, osteoporosi, astenia, amenorrea, menopausa precoce, infertilità, poliabortività, sintomi neurologici come epilessia, neuropatie periferiche, atassia, alterazioni della cute e degli annessi, stomatite aftosa e ipoplasia dello smalto dentario. oppure altre manifestazioni autoimmuni come neuropatie autoimmuni, nefropatie, artriti, cardiopatie, cirrosi biliare primaria o colangite sclerosante, tireopatie autoimmuni e tante altre.
La diagnosi si basa essenzialmente sull'aspetto mucosale alla biopsia del duodeno: atrofia dei villi, ipertrofia delle cripte, aumento dell'infiltrato infiammatorio a livello della lamina propria e dell'epitelio. Tuttavia, l'esecuzione dei test anticorpali (anticorpi antiendomisio, antigliadina e antitransglutaminasi), non invasivi e con elevata sensibilità e specificità, permette di restringere in maniera importante il numero di soggetti da sottoporre a biopsia.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 81)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
Il FRAX è uno strumento matematico statistico che stima la probabilità a 10 anni di andare incontro ad una frattura dell’anca e di soffrire di fratture osteoporotiche maggiori (fratture della colonna vertebrale, avambraccio, anca o spalla). Questo strumento si basa su un algoritmo di calcolo che considera: la nazionalità, l’età, il sesso, il peso e l’altezza (BMI), storia di precedenti fratture da fragilità ossea, storia di fratture da fragilità ossea nei genitori, trattamento con glucocorticoidi, abitudine al fumo o al consumo di alcool, artrite reumatoide, altre cause di osteoporosi secondarie.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 82)


Spiegazione(La risposta corretta è la D.
Il Morbo di Paget,noto anche come osteite deformante, è una malattia metabolica dell'osso del paziente adulto. E' una patologia cronica in cui il turnover osseo è accelerato in alcune aree, ha quindi una distribuzione focale. Come dice il nome stesso, osteite deformante, si ha una accelerazione del rimodellamento osseo, con sovvertimento della normale architettura della matrice e la sua sostituzione con tessuto osseo non organizzato, molto più fragile e rarefatto. Distinguiamo due fasi: la prima di riassorbimento osseo focale, seguita da una fase di formazione ossea disordinata che provoca un rimodellamento anormale. Questo può portare alla graduale comparsa di dolore, deformità dei segmenti ossei interessati (spesso anche ingrandimento) ed eventuali fratture. Quando vengono interessate le ossa lunghe, soprattutto degli arti inferiori, uno dei segni più evidenti è la curvatura di tali ossa.  Abbiamo delle forme monostotiche e poliostotiche. I siti più interessati sono: pelvi 30-75%, femore 25-35%, rachide lombare 30-75%,  cranio 25-65%, tibia 32%. Le estremità inferiori sono maggiormente interessate rispetto alle superiori. Il coinvolgimento cervicale e toracico è minore.
La terapia si basa su bifosfonati (di prima linea) e calcitonina, in quanto permettono di controllare il turnover osseo sopprimendo l'iperattività delle cellule ossee.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 83)


Spiegazione(La riposta corretta è la E.
I valori di pressione arteriosa secondo le raccomandazioni del Ministero sono così classificati:
Normale: la sistolica minore di 120  e la diastolica minore di 80;
Pre-ipertensione: la sistolica tra 120 e 139 e la diastolica tra 80 e 89;
Ipertensione I Stadio: la sistolica tra 140 e 159 e la diastolica tra 90 e 99;
Ipertensione II Stadio: la sistolica maggiore od uguale 160 e la diastolica maggiore od uguale a 100;
Ipertensione sistolica isolata: maggiore od uguale 140 e minore di 90;
Crisi ipertensiva: la sistolica maggiore di 180 o la diastolica maggiore di 110
In generale, gli esperti concordano nel definire ipertensione la situazione in cui i valori della pressione sistolica siano superiori a 140 mm Hg e quelli della pressione diastolica siano superiori a 90 mm Hg.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 84)


Spiegazione(La riposta corretta è la D.
L’asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree che si manifesta con iper-reattività bronchiale,un’ostruzione reversibile delle vie aeree indotta da un’iper-reattività bronchiale a stimoli anche minimi mediata da cellule infiammatorie(mastociti, eosinofili, linfociti), episodi ricorrenti di respiro sibilante e/o senso di costrizione toracica, dispnea intermittente, tosse non produttiva(o avvolte associata a espettorato bianco). Nella patogenesi dell'asma bronchiale allergica si riscontra una risposta immunologica alterata, con iperproduzione di IgE verso determinati allergeni, responsabile di tale l'infiammazione cronica delle vie respiratorie. Le IgE sono i principali mediatori biologici delle risposte allergiche sintetizzate dalle plasmacellule che sono dei linfociti B specializzati.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 85)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
I calcoli renali consistono in aggregati di sali minerali nel tratto urinario e possono essere molto diversi tra loro in base alla composizione chimica. I più frequenti sono i calcoli di tipo calcifico che costituiscono il 70-80% del totale,di cui quelli di ossalato di calcio costituiscono il 60% e quelli di fosfato di calcio il 40%.
Calcoli renali di composizioni diverse risultano meno frequenti, in ordine decrescente vi sono i calcoli a composizione mista (20%), di struvite (10-15%), di acido urico (5-15%), di cistina (1-2%) e quelli di origine rara (incidenza 1-2%) che possono essere causati dall'accumulo di xantina, ipoxantina, colesterolo, acidi grassi o 2,8-idrossiadenina.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 86)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Il Progetto Cuore è un progetto di ricerca partito nel 1998 ad opera quattro gruppi di ricerca italiani, che si poneva come obiettivo creare un metodo per la stima del rischio cardiovascolare assoluto, mediante la creazione di un registro degli eventi coronarici e cerebrovascolari per monitorare gli eventi fatali e non della popolazione adulta in Italia, indicando la distribuzione dei fattori di rischio e raccogliendo gli studi longitudinali di maggiore interesse.
Le carte del rischio del Progetto Cuore sono classi di rischio globale assoluto calcolate per categorie di fattori di rischio: età, sesso, diabete, fumo, pressione arteriosa e colesterolemia totale.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 87)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
La sindrome da sovracrescita batterica è un disturbo di malassorbimento. Tale condizione a livello tenuale può insorgere in seguito a modificazioni della fisiologica anatomia intestinale, della peristalsi gastrointestinale e/o per ridotta o assente secrezione acida gastrica: questa sindrome è responsabile di carenze vitaminiche, malassorbimento dei grassi e denutrizione. La maggior parte dei pazienti sono asintomatici e presentano solo perdita di peso o carenze nutritive, in particolare vitaminiche, mentre i sintomi che più frequentemente si manifestano sono: dolore addominale, diarrea, steatorrea, meteorismo, eccessiva flatulenza e sintomi relati a carenze vitaminiche ed anemia macrocitica.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 88)


Spiegazione(La riposta corretta è la E.
Il carcinoma polmonare è la seconda causa più comune di cancro negli uomini e nelle donne; tuttavia, è la causa più comune di decessi per cancro in tutto il mondo. I fattori di rischio per il carcinoma del polmone comprendono il fumo (ritenuto responsabile fino al 90% di tutti i tumori polmonari), la radioterapia e l'esposizione ambientale (fumo passivo, radon). I sintomi generalmente compaiono in stadi di malattia avanzati e possono comprendere tosse, oppressione toracica o dolore, calo ponderale, e, più raramente, emottisi. La diagnosi è effettuata sulla base di una radiografia o una TC del torace ed è confermata mediante una biopsia polmonare. In base allo stadio della malattia, il trattamento comprende la chirurgia, la chemioterapia, la radioterapia, o un loro impiego combinato.
Le due tabelle sottostanti riportano un confronto tra incidenza e tassi di mortalità dei tre tumori più comuni. 
Incidenza del cancro:
 
Principali cause di morte nel cancro:
 
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 89)


Spiegazione(La riposta corretta è la D.
Il morbo di Crohn è una malattia infiammatoria cronica transmurale, con lesioni a salto, che può coinvolgere tutte le sezioni del tubo digerente, dalla cavità orale all’ano, ma che ha come localizzazione principale il tratto dell’ileo terminale. L’eziologia è multifattoriale ed il quadro clinico si caratterizza per: diarrea, solitamente ematica, e dolore addominale, anche se possono insorgere una serie di complicanze che vanno dagli ascessi, alle fistole fino a veri e propri quadri di stenosi intestinale con conseguenti episodi occlusivi.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 90)


Spiegazione(La riposta corretta è la E.
Il morbillo è una malattia infettiva virale contagiosa causata da un paramyxovirus, trasmessa per via aerea; dal punto di vista clinico si manifesta con enantema della mucosa orale (macchie di Koplik), eruzioni cutanee che si estendono in senso rostro-caudale e tendono a confluire ma non coinvolgono le aree palmari e plantari di mani e piedi. Il quadro sintomatologico comprende anche tosse secca, ipertermia, congiuntivite. Si risolve entro 5 giorni generalmente e l’esantema tende alla desquamazione. Il trattamento è orientato alla prevenzione o alla cura delle sovrainfezioni batteriche che posso causare otite o polmonite.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 91)


Spiegazione(La risposta corretta è la E.
Il diabete è una patologia metabolica cronica caratterizzata dall’assente o ridotta produzione di insulina. L’insulina è un ormone prodotto dalle cellule beta del pancreas in risposta all’aumento dei livelli di glicemia e regola l’ingresso del glucosio introdotto con la dieta all’interno delle cellule così da poter essere utilizzato e immagazzinato. In assenza di insulina, come accade nel diabete mellito di tipo I, il glucosio ematico non riesce ad entrare nelle cellule e questo viene percepito dalle cellule stesse come una sua carenza; queste si adattano quindi ad utilizzare gli acidi grassi, il cui catabolismo porta alla produzione di corpi chetonici che a loro volta si accumulano nel sangue. I corpi chetonici sono acidi deboli che tendono ad abbassare il pH provocando acidosi metabolica. La chetoacitosi diabetica si può manifestare con polidipsia, poliuria, nausea, vomito, dolore addominale, respiro di Kussmaul, disidratazione, ipotensione, cefalea, astenia, stato confusionale e coma. E’ caratteristico l’odore fruttato dell’alito per l’eliminazione per via aerea dell’acetone. La terapia è mirata alla reidratazione del paziente, al ripristino dei normali livelli di glicemia mediante somministrazione di insulina esogena con conseguente soppressione di lipolisi e chetogenesi.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 92)


Spiegazione(La riposta corretta è la C.
La sindrome di Cushing è un insieme di segni e sintomi dovuti a livelli di cortisolo o altri glucocorticoidi eccessivamente elevati nel sangue. Le cause possono essere molteplici, ma si distinguono in due gruppi principali: le forme ACTH dipendenti, dove la causa dell’eccesso di cortisolo è un’aumentata produzione dell’ormone ipofisario adenocorticotropo, e forme ACTH indipendenti. Nel primo gruppo rientrano il morbo di Cushing (adenoma ipofisario ACTH secernente, composto da cellule basofile), la secrezione ectopica di ACTH da tumori non ipofisari e la secrezione di CRH da tumori non ipofisari. Nel secondo gruppo rientrano la sindrome di Cushing iatrogena o fittizia, gli adenomi e i carcinomi adenocorticali ormone secernenti, la malattia nodulare pigmentosa primaria della corteccia surrenale (PPNAD) o iperplasia micronodulare surrenale bilaterale e la iperplasia macronodulare surrenale bilaterale. Dal punto di vista clinico si caratterizza per: astenia, dolore lombare legata all’osteoporosi, diminuzione o aumento dell’appetito, diminuzione della concentrazione, alterazione della memoria, insonnia, irritabilità, anomalie del ciclo, diminuzione della libido, facies a luna piena, gobba di bufalo, obesità centrale, deposito sovraclaveare del grasso (a volte il collo sparisce completamente), la cute sottile ed estremamente friabile, porpora, comparsa delle cosiddette strie rubre a livello addominale,  l’acne, l’irsutismo con l’alopecia, arretramento della linea di impianto dei capelli, ipertensione arteriosa, debolezza dei muscoli prossimali, l’edema periferico e la difficile guarigione delle ferite. L'alcalosi metabolica viene spesso apprezzata in tale condizione ed è caratterizzata dall'accumulo di bicarbonato (HCO3) per le seguenti cause: somministrazione di alcali o perdita di acidi, spostamento intracellulare di ioni idrogeno e ritenzione renale di bicarbonato.−
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 93)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
L’emoglobina glicata si forma perché il glucosio col suo gruppo aldeidico si lega al gruppo ammidico N-terminale della catena β dell’emoglobina: in un primo momento il legame è reversibile, dopodiché diventa irreversibile e si forma questa emoglobina A1C che è stabile, quindi la cui concentrazione dipende:
. dal delta del glucosio;
- dal tempo in cui questo glucosio salta a livelli alti.
La formazione della emoglobina glicata dipende:
- dai livelli glicemici;
- dalla durata dell’perglicemia;
- dalla vita media del globulo rosso.
L’ obiettivo glicemico è quello di mantenere un’Hb glicata al di sotto del 7% (in alcuni pazienti addirittura inferiore al 6,5%) ed il suo dosaggio questo permette di vatare l’assetto glicemico nei 3-4 mesi precedenti all’esame.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 94)


Spiegazione(La risposta corretta è la B.
Il fegato è un organo estremamente vascolarizzato; circa l’80% del flusso ematico totale (1,5 l totali) proviene dal circolo portale mentre il restante 20% proviene dall’arteria epatica. La pressione portale, in condizioni di normalità, si attesta tra i 7 e i 10 mmHg, mentre nelle vene sovraepatiche, tributarie della vena cava inferiore, risulta essere tra i 2 e i 6 mmHg. Il gradiente di pressione tra questi due circoli permette il regolare flusso ematico nel distretto epatico ma, quando aumenta al di sopra dei 5 mmHg si verifica una condizione di ipertensione portale. La cirrosi ne può essere una causa intraepatica. Il sovvertimento dell’architettura, per la presenza di setti fibrosi, capillarizzazione dei sinusoidi e noduli di rigenerazione, causa un incremento della resistenza al flusso ematico. La presenza di ipertensione portale che spesso, per le epatopatie sottese, si accompagna ad una riduzione della pressione oncotica plasmatica per la ridotta produzione di albumina e ad un fenomeno di vasodilatazione splancnica con  iperafflusso portale, più l’aldosteronismo secondario, favoriscono l’aumentata produzione di linfa e la sua trasudazione all’esterno dei vasi linfatici del fegato, con la raccolta all’interno della cavità addominale e la formazione di ascite.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 95)


Spiegazione(La risposta corretta è la C.
Le articolazioni più interessato sono proprio queste.
Il rachide cervicale è ampiamente interessato da processi di osteoartrosi per i movimenti stessi del collo che vengono ripetuti nel tempo e per il collegamento tra questo e la postura difettata, infatti una postura cifotica porta molto spesso a una postura sbagliata del collo che con il lungo andare causa osteoartrosi; Il rachide lombosacrale è la parte terminale della colonna vertebrale, dove essa scarica maggiormente il peso, i punti critici nella maggior parte dei casi sono L3-L4 ed L5-S1.
L’anca e il ginocchio sono le due grandi articolazioni delle tre dell’arto inferiore, su di esse grava principalmente il peso durante tutta la vita di una persona ed è per questo motivo che normalmente sono le articolazioni più colpite da osteoartrosi. Aggiungiamo che sono anche le articolazioni più soggette a traumi che sono la base per lo sviluppo di un’artrosi secondaria.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 96)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
L’ipertensione arteriosa normale alta è quando la pressione sistolica è compresa tra 130 e 139 mmHg o pressione diastolica compresa tra 85 e 89 mmHg. Viene anche definita come pre-ipertensione. In questi casi i pazienti che si ritrovano in questo range di pressioni devono effettuare più misurazioni pressorie al giorno per capire l’andamento e devono iniziare con una terapia non farmacologica. Questa terapia consta di: cambiare dieta e renderla ipocalorica e iposodica, cambiare stile di vita se sedentario, evitare di fumare, evitare alcolici in larga misura ed evitare situazioni stressanti. Se tutto ciò non dovesse funzionare si dovrà iniziare una terapia farmacologica.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 97)


Spiegazione(La riposta corretta è la D.
La propriocezione è la capacità di percepire e riconoscere la posizione del corpo e degli arti nello spazio, in maniera indipendente dalla vista, sia durante il mantenimento di posture statiche che durante il movimento. Tale capacità è resa possibile grazia alla presenza di specifici recettori, detti propriocettori, sensibili alle variazioni delle posture del corpo e dei segmenti corporei, che inviano i propri segnali a particolari aree del cervello. I propriocettori si distinguono in fusi neuromuscolari, apparati tendinei del Golgi, recettori capsulari e recettori cutanei. La propriocezione pertanto è quel meccanismo neurofisiologico che svolge un ruolo essenziale nel controllo della stazione eretta e del movimento.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 98)


Spiegazione(La riposta corretta è la A.
 Con il termine di broncopneumopatia cronica ostruttiva si intende un quadro patologico in cui il flusso aereo viene compromesso e comprende la bronchite cronica ostruttiva e l’enfisema. E’ spesso correlata all’esposizione professionale e al fumo di sigaretta; può insorgere in soggetti con carenza di α1-antitripsina. Lo sviluppo della BPCO avviene nel corso del tempo e, quando conclamata, i soggetti affetti presentano respiro sibilante, prolungamento della fase espiratoria ed attenuazione del murmure vescicolare. L’ostruzione bronchiale ha in genere un andamento progressivo ed è accompagnata da un’abnorme risposta infiammatoria broncopolmonare a inquinanti ambientali in particolare il fumo. La BPCO deriva da un'ostruzione del flusso d'aria polmonare, che porta ad un intrappolamento dell’aria nei polmoni con conseguente aumento del volume residuo (VR), della capacità funzionale residua (FRC) e della capacità polmonare totale (TLC). Caratteristica, peculiare nella BPCO è che questa ostruzione, a differenza di quella presente nei pazienti con asma bronchiale, non è completamente reversibile dopo somministrazione di un broncodilatatore.
L'esame obiettivo è positivo per dispnea, tachipnea, distress respiratorio ed uso dei muscoli respiratori accessori per la respirazione.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 99)


Spiegazione(La risposta corretta è la A.
L’amiodarone è un farmaco che interagisce con l’enzima 5’-desiodasi (5’-D)di tipo I e di tipo II (due enzimi coinvolti nel metabolismo tiroideo) riducendo l’attività nei tessuti periferici e nel fegato, per il tipo I, e ipofisari, per il tipo II.
Le 5’-D di tipo I e di tipo II sono due enzimi responsabili della rimozione dell’atomo di iodio in posizione 5’ nella molecola di tiroxina (T4), passaggio determinante per la conversione di T4 in T3, e rispettivamente agiscono nei tessuti periferici e nel fegato (tipo I) e nell’ipofisi (tipo II).
In aggiunta all’inibizione enzimatica, l’amiodarone impedisce l’ingresso di T4 nei tessuti periferici.
Gli effetti descritti determinano un aumento della concentrazione plasmatica di T4 e una riduzione di quella di T3, cui consegue un mancato effetto degli ormoni tiroidei a valle e un aumento di TSH a monte per mancato effetto feedback negativo sulla sua sintesi.
Infine, l’amiodarone ha anche un effetto citotossico sulla tiroide che sembra essere causato dallo iodio contenuto nella molecola del farmaco, che può indurre l’apoptosi delle cellule tiroidee.
)
Non Necessaria la spiegazione!

Caso (Gia commentato) 100)


Spiegazione(La riposta corretta è la E.
Con il termine di broncopneumopatia cronica ostruttiva si intende un quadro patologico in cui il flusso aereo viene compromesso e comprende la bronchite cronica ostruttiva e l’enfisema. E’ spesso correlata all’esposizione professionale e al fumo di sigaretta; può insorgere in soggetti con carenza di α1-antitripsina. Lo sviluppo della BPCO avviene nel corso del tempo e, quando conclamata, i soggetti affetti presentano respiro sibilante, prolungamento della fase espiratoria ed attenuazione del murmure vescicolare. L’ostruzione bronchiale ha in genere un andamento progressivo ed è accompagnata da un’abnorme risposta infiammatoria broncopolmonare a inquinanti ambientali in particolare il fumo. La BPCO deriva da un'ostruzione del flusso d'aria polmonare, che porta ad un intrappolamento dell’aria nei polmoni con conseguente aumento del volume residuo (VR), della capacità funzionale residua (FRC) e della capacità polmonare totale (TLC). L’ostruzione bronchiale viene definita in base al rapporto VEMS/CVF inferiore a 0,7 (detto anche coefficiente di Tiffeneau, rapporto che valuta il grado di ostruzione bronchiale nelle malattie respiratorie come la BPCO e l'asma, dove il VEMS è il volume espiratorio massimo al primo secondo e corrisponde al FEV1, mentre la CVF è la capacità vitale forzata).  Questo sta a significare che, di tutta l’aria mobilizzabile in una manovra espiratoria completa, meno del 70% viene mobilizzata nel primo secondo. Caratteristica, peculiare nella BPCO è che questa ostruzione, a differenza di quella presente nei pazienti con asma bronchiale, non è completamente reversibile dopo somministrazione di un broncodilatatore.
L'esame obiettivo è positivo per dispnea, tachipnea, distress respiratorio ed uso dei muscoli respiratori accessori per la respirazione.
)
Non Necessaria la spiegazione!
Risposte Corrette
Fanculo