Simulazione

Cliccando in alto a destra sul pulsante "+" e' possibile "Consegnare", "Salvare e Interrompere", "Salvare e Continuare" il compito.

1 di 25 Domande

Vostro cugino di 50 anni esegue ECG Holter delle 24 h da voi per sporadiche palpitazioni e sensazione di “nodo alla gola”. Alla lettura a 6 derivazioni del tracciato che state leggendo, evidenziate questo frame delle 10.30. Cosa potete affermare?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Normale ritmo sinusale che non puo' avere implicazioni cliniche


  • B) Tachicardia sinusale a 100 bpm con necessita' di terapia beta-bloccante


  • C) Forte bradicardia sinusale a Fc 55 bpm


  • D) Bradicardia che richiede pacing


  • E) Ritmo di scappamento giunzionale a Fc 55 bpm.


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta forte bradicardia sinusale a Fc 55 bpm. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a Fc 55 bpm. Normale conduzione AV. Apparente emiblocco anteriore sx.  Anomalie aspecifiche del recupero.”

2 di 25 Domande

Vi viene portato di consulenza questo ECG, appartenente ad un paziente che deve essere operato per una frattura di femore, purtroppo pero' il paziente non ha documentazione e ha problemi mnesici. Qual e' la patologia probabile evidente secondo il tracciato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Tachicardia ventricolare sostenuta


  • B) Tachicardia ventricolare non sostenuta


  • C) Ritmo di scappamento ventricolare


  • D) Fibrillazione atriale


  • E) Ritmo sinusale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Fibrillazione atriale, in quanto anche se il ventricolo  è stimolato dal pacemaker, è assente qualsiasi attività atriale spontanea e regolare, inoltre la frequenza del device è abbastanza alta, da poter sovrastare una Fc ventricolare minore. Infatti, il referto mostra: “Fibrillazione atriale a stimolazione elettroindotta a Fc di 75 bpm in modalità VVI. 1 extrasistole ventricolare.  Anomalie aspecifiche del recupero.”

3 di 25 Domande

Quali differenze si riscontrano rispetto al normale ritmo sinusale?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Complessi q prevalenti in anteriori


  • B) AVL positivo


  • C) PR 120 ms


  • D) Precordiali laterali con complessi q prevalenti


  • E) Onde P positive in V4-5-6


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Precordiali laterali con complessi q prevalenti, infatti normalmente ci dovrebbe essere un crescendo della R verso le precordiali più laterali con aspetto qR. Infatti, il referto mostra: “Ritmo atriale sx a FC 90 bpm. BAV I grado (PR 220 ms). Apparente emiblocco anteriore sx e deviazione assiale sx. Assente progressione della R.  Anomalie aspecifiche del recupero. (tracciato compatibile con una destrocardia)”

4 di 25 Domande

Ragazzo di 27 anni, asintomatico, anamnesi familiare positiva per infarto del miocardio ma negativa per morte improvvisa. Pratica triatlon a livello agonistico da 12 anni. Cosa evidenzia il tracciato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) STEMI laterale


  • B) NSTEMI


  • C) Ripolarizzazione precoce


  • D) Segni di pregressa ischemia


  • E) Pericardite


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Ripolarizzazione precoce, in quanto le T sono alte ed asimmetriche con punto J elevato. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 50 bpm. Normale conduzione AV ed IV. Diffuse anomalie del recupero come da ripolarizzazione precoce.”

5 di 25 Domande

Donna di 45 anni viene coi propri mezzi in PS, dispnoica. Parametri: PA 90/60 mmHg, SpO2 91%, Fc 100 bpm. Viene eseguita Rx torace che mostra soltanto obliterazione del seno-costofrenico dx. All’EGA: pCO2 29 mmHg, pO2 58 mmHg, pH 7.47, HCO3 24. Qual e' il prossimo step?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Ecocardiogramma (o angio-Tc se disponibile). In seguito terapia anticoagulante.


  • B) Ecocardiogramma (o angio-TC se disponibile). In seguito terapia fibrinolitica.


  • C) CardioRMN e in seguito coronarografia


  • D) Angiografia con possibilita' interventistica sulle polmonari


  • E) Vigile attesa


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, necessita di Ecocardiogramma (o angio-Tc se disponibile) ed in seguito terapia anticoagulante, non a caso i reperti sono fortementi sospetti per embolia polmonare (mancava solo il D-dimero che non è stato considerato) e per quanto riguarda il tracciato sospetti sono la tachicardia, l’aspetto S1Q3T3 ed i segni di sovraccarico dx. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 100 bpm. Normale conduzione AV. BBdx incompleto (QRS 90 ms ma con aspetto rSR1). Diffuse anomalie del recupero.”

6 di 25 Domande

Paziente di 62 anni si reca al PS per dispnea e palpitazioni. Anamnesi positiva per ipertensione arteriosa, TIA, displipidemia, endoarterectomia di carotide dx, attacchi di panico, fibrillazione atriale in trattamento (rate control) con digitalici e beta bloccanti. In base al tracciato ed notizie finora espresse, quale diagnosi e' quella vera?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) TPSV


  • B) Crisi di fibrillazione atriale ad alta risposta


  • C) Tachicardia automatica giunzionale


  • D) Flutter atriale ad alta risposta


  • E) Tachicardia sinusale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Tachicardia automatica giunzionale, come ci suggerisce l’assenza di P con intervalli RR regolari e complessi stretti, oltre che la storia di assunzione di digitale e possibili episodi di iperventilazione, dati dagli attacco di panico (entrambi possibili cause di questa condizione). Infatti, il referto mostra: “Tachicardia giunzionale a FC 150 bpm. Anomalie diffuse del recupero (T negative in infero-setto-laterali).”

7 di 25 Domande

Uomo di 60 anni, ricoverato per riacutizzazione di scompenso in malattia di Ebstein. Il paziente ha edemi declivi, turgore delle giugulari, estremita' cianotiche. Osservando il tracciato, quale delle seguenti affermazioni e' vera?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Fibrillazione atriale a FC media 80 bpm con BBdx sottostante


  • B) Fibrillazione atriale a Fc 150 bpm con BBdx sottostante


  • C) Tachicardia atriale multifocale


  • D) Ritmo sinusale a FC di 80 bpm con BBdx sottostante


  • E) Tachicardia ventricolare non sostenuta a FC 100 bpm


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Fibrillazione atriale a FC media 80 bpm con BBdx sottostante. Abbiamo infatti RR irregolari senza onde P, inoltre il QRS è sempre slargato con aspetto qR, come da sovraccarico delle sezioni dx. In tal caso per la FC si è calcolato quanti QRS erano presenti in 30 quadrati grandi. Infatti, il referto mostra: “Aritmia da fibrillazione atriale a FC media  80 bpm. BBdx completo con QRS 130 ms, aspetto qR e T negative e simmetriche in V1-4, come da sovraccarico dx.”

8 di 25 Domande

Paziente di 40 anni con dolore urente da 4-6 h al torace, irradiato al giugulo. Il paziente non mostra particolari alterazioni ad i parametri. Gli esami ematochimici sono nella norma, così come i biomarker di necrosi miocardica, che vengono riprogrammati tra un’ora. Unica nota e' la PCR di 10 mg/l. Qual e' la diagnosi piu' probabile, anche in base al tracciato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) STEMI esteso


  • B) NSTEMI


  • C) Segni di ripolarizzazione precoce


  • D) Pericardite


  • E) Anomalie aspecifiche del recupero


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Pericardite, come dimostra l’insieme di sopraslivellamento diffuso del tratto ST con concavità superiore, sintomi e aumento di indici infiammatori. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 55 bpm. Normale conduzione AV. Sopraslivellamento del tratto ST diffuso con T elevate.”

9 di 25 Domande

Uomo di 90 anni con sincopi frequenti, di cui l’ultima oggi con conseguente contusione cranica. Il polso del paziente e' irregolare ed anche i toni sono bradiaritmici. Quali delle seguenti affermazioni e' vera?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Flutter atriale, suscettibile di impianto di PM bicamerale


  • B) Flutter atriale, suscettibile di impianto di PM monocamerale


  • C) Fibrillazione atriale, suscettibile di stimolazione atriale


  • D) Fibrillazione atriale, suscettibile di stimolazione ventricolare


  • E) BAV III grado, suscettibile di impianto di PM bicamerale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Fibrillazione atriale, suscettibile di stimolazione ventricolare. Abbiamo infatti RR irregolari senza onde P, suscettibili di un impianto monocamerale che stimoli il ventricolo almeno, in quanto l’atrio è fibrillante, in modo tale che il ventricolo possa raggiungere una FC minima utile per l’adeguata perfusione cerebrale. Infatti, il referto mostra: “Aritmia da fibrillazione atriale a FC media  55 bpm. Anomalie aspecifiche del recupero.”

10 di 25 Domande

Viene eseguito questo tracciato ad un clochard, arrivato al PS per senso insostenibile di costrizione toracica. Cosa si rende evidente?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Wellens tipo A


  • B) Wellens tipo B


  • C) STEMI posteriore


  • D) Pericardite


  • E) Segni di ripolarizzazione precoce


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Wellens tipo A, in quando si rende evidente onda T difasica in V3-4, segno indiretto di occlusione della discendente anteriore prossimalmente. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC  100 bpm. Anomalie dell’atriogramma come da ingrossamento atriale dx. Normale conduzione AV. Emiblocco anteriore sx. Segni di ipertrofia ventricolare sx. Onde T difasiche in V3-4, come da Wellens tipo A. Anomalie aspecifiche del recupero (T elevate simmetriche in laterali, T appiattita in III).”

11 di 25 Domande

Siete di turno in guardia medica ed arriva un uomo di 28 anni, agitato, che lamenta palpitazioni da un’ora. Anamnesi familiare positiva per CAD e diabete mellito tipo II. Anamnesi personale non rileva nulla di significativo, a parte questo episodio. Per fortuna avete il vostro elettrocardiografo con voi e rilevate questo quadro. Qual e' la diagnosi piu' probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) WPW


  • B) Tachicardia nodale


  • C) Ritmo sinusale


  • D) Tachicardia ventricolare con BBsx


  • E) Fibrillazione atriale pre-eccitata


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Fibrillazione atriale pre-eccitata, in quanto si evidenziano QRS rapidi a FC irregolare, caratterizzati da complessi larghi ed onda delta da pre-eccitazione. Infatti, il referto mostra: “Aritmia da Fibrillazione atriale a FC  media 150 bpm. Complessi QRS slargati con onda delta, positiva in inferiori e precordiali, e negativa in I e AVL, come da via laterale sx. Anomalie secondarie del recupero.”

12 di 25 Domande

Paziente di 35 anni con dolore toracico da qualche giorno. Il paziente non mostra particolari alterazioni ad i parametri. Gli esami ematochimici mostrano leucocitosi con linfocitosi ed assenza dei biomarker di necrosi miocardica, ma aumento di indici infiammatori. Il paziente riferisce di aver avuto febbre fino al giorno prima. Qual e' il prossimo step?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Coronarografia


  • B) Ecocardiogramma


  • C) CardioRMN


  • D) Dimissione


  • E) CoroTc


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B.
Per il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, il prossimo step è l’ecocardiogramma, in quanto è forte il sospetto di pericardite, e quindi è utile valutare se c’è associazione anche con versamento o con aumento di rinfrangenza dei foglietti pericardici, oltre ad essere utile ad escludere anomalie regionali della cinetica. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 45 bpm. Normale conduzione AV. Sopraslivellamento del tratto ST diffuso con T elevate.”

13 di 25 Domande

Donna di 60 anni, svenuta a casa con sensazione precedente di palpitazioni, ed attualmente astenia e leggera precordialgia. PA 80/60 mmHg, SpO2 91%, FC 100 bpm. All’ECG il quadro soprastante. Qual e' il vaso probabilmente occluso?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Discendente anteriore


  • B) Tronco comune


  • C) Coronaria dx


  • D) Marginale acuto


  • E) Circonflessa


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Occlusione della coronaria dx, come si evidenzia dal sopraslivellamento maggiore in inferiori ed in particolar modo in III>II e nelle precordiali in V2 più che in V3, sottendendo un maggior interessamento delle sezioni dx. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC  100 bpm. Anomalie dell’atriogramma come da ingrossamento atriale dx. BAV I grado (PR 240 ms). Emiblocco anteriore sx. STEMI infero-antero-settale. QS in inferiori ed in V1-2. Sottoslivellamento speculare in I e AVL. Anomalie secondarie del recupero.”

14 di 25 Domande

Paziente di 62 anni con precedente trapianto cardiaco. Asintomatico, viene a visita in ospedale per controllo di routine. Cosa si evidenzia?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) BAV I grado


  • B) Fibrillazione atriale


  • C) Flutter atriale


  • D) TPSV


  • E) Nessuna delle precedenti


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, non presenta nessuna delle alterazioni descritte, ma solo normale ritmo sinusale, in quanto è forte il sospetto di pericardite, e quindi è utile valutare se c’è associazione anche con versamento o con aumento di rinfrangenza dei foglietti pericardici, oltre ad essere utile ad escludere anomalie regionali della cinetica. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 45 bpm. Normale conduzione AV. Sopraslivellamento del tratto ST diffuso con T elevate.”

15 di 25 Domande

Sono le 23.30 e nella vostra UTIC sembra tutto calmo, ma all’improvviso suona un allarme dal monitor ed e' evidente questo tracciato. Il paziente e' assopito e non sembra risvegliabile, e tutte le connessioni alla telemetria sono a posto. A cosa pensate?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) TV, suscettibile di cardioversione elettrica


  • B) Torsione di punta con indicazione a defibrillazione


  • C) Fibrillazione ventricolare, a cui devono seguire RCP e defibrillazione


  • D) Fibrillazione ventricolare, a cui deve seguire cardioversione elettrica


  • E) Fibrillazione atriale, a cui deve seguire cardioversione elettrica


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Fibrillazione Ventricolare, a cui devono seguire RCP e defibrillazione.  In quanto il ritmo è totalmente irregolare e disorganizzato, ad altissime velocità, e che oltre le manovre rianimatorie richiede la defibrillazione. Infatti, il referto mostra: “Fibrillazione ventricolare a FC di circa 300 bpm”.

16 di 25 Domande

Quale aritmia e' presentata in foto? Considerando che il paziente e' asintomatico ed emodinamicamente stabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Tachicardia atriale ectopica


  • B) Fibrillazione atriale


  • C) Flutter atriale a conduzione 2:1


  • D) Flutter atriale a conduzione 3:1


  • E) Ritmo sinusale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Flutter atriale a conduzione 3:1, in quanto si possono evidenziare 3 onde P prima di ogni QRS con morfologia tipica, cioè senza isoelettrica tra le onde P e con una branca discendente maggiore di quella ascendente (tutte queste caratteristiche sono maggiormente evidenti nelle derivazioni inferiori). Infatti, il referto mostra: “Flutter atriale (a conduzione 3:1) a FC di 70 bpm. Emiblocco anteriore sx.  Anomalie aspecifiche del recupero.”

17 di 25 Domande

Paziente di 60 anni in terapia anti-ipertensiva con enalapril, bisoprololo, lercanidipina. Dopo un lauto pasto natalizio, sensazioni di malessere e palpitazioni. Il medico del 118 rileva immediatamente polso irregolare e quindi esegue un tracciato. Che cosa si evidenzia?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) TV


  • B) WPW


  • C) Fibrillazione atriale


  • D) Flutter tipico


  • E) Flutter atipico


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Flutter atipico, in quantonon sono presenti le tipiche onde F, ma delle P sinusali separate da isoelettrica, in tal caso anche con una spiccata variabilità di conduzione AV. Infatti, il referto mostra: “Flutter atriale atipico a conduzione variabile a FC media  di 120 bpm. Lieve ritardo dx.  Anomalie aspecifiche del recupero.”

18 di 25 Domande

Uomo di 45 anni con cardiopalmo arriva in PS. I sintomi si sono presentati 3 ore fa e non si sono mai interrotti. Anamnesi muta per patologie importanti. I toni sono tachiaritmici e le pause mal valutabili. SpO2 98% e PA 120/60 mmHg. Assenza di alterazioni all’ecocardiogramma. Premesso che quest’aritmia non possa esserci stata precedentemente. Qual e' il prossimo step?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Cardioversione elettrica immediata


  • B) Cardioversione farmacologica


  • C) Esame ecografico transesofageo


  • D) Utilizzo di eparina


  • E) Beta-blocco


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B.
Per il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, il prossimo step è la cardioversione farmacologica, in quanto è una fibrillazione atriale in un paziente stabile, che non richiede preventivo transesofageo (nella domanda c’è la premessa che non poteva essere presente prima e quindi non si può essere formato nessun trombo). L’anticoagulazione in questo caso non è d’obbligo, in quanto il CHADVSC non è maggiore/uguale di 2.  Infatti, il referto mostra: “Fibrillazione atriale a FC media  di 140 bpm. Alternanza elettrica.  Anomalie aspecifiche del recupero”

19 di 25 Domande

Paziente di 73 anni con dolore toracico irradiato da 1 h. Quale approccio e' meglio attuare nell’immediato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Il paziente dev’ essere immediatamente portato in sala di emodinamica


  • B) Il paziente puo' essere dimesso con la terapia antiaggregante


  • C) Prima di qualsiasi decisione, aspettare biomarker di necrosi miocardica


  • D) Trombolisi


  • E) Vigile attesa


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, dev’essere immediatamente portato in sala di emodinamica per effettuare la coronarografia, probabilmente interventistica, perché siamo di fronte ad uno STEMI, pertanto ad occlusione del vaso con necrosi transmurale che richiede rivascolarizzazione entro le 12 h, quindi siamo nel range giusto del timing. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 60 bpm. Normale conduzione AV. Lieve aumento del tratto ST-T in derivazioni inferiori e sottoslivellamento significativo in V1-3 con associate T elevate e simmetriche. Anomalie secondarie del recupero.”

20 di 25 Domande

Paziente di 33 anni, gravida (sesto mese di gestazione) ed asintomatica, effettua visita cardiologica per normale screening. Cosa si evidenzia al tracciato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Flutter atriale


  • B) Ritmo sinusale


  • C) Fibrillazione atriale


  • D) Tachicardia atriale ectopica


  • E) Extrasistoli atriali non condotte


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Ritmo sinusale. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 90 bpm. Normale conduzione AV ed IV.  Presenza di onda U. Anomalie aspecifiche del recupero.”

21 di 25 Domande

Paziente, ex sportivo, con storia di TPSV, regredite con manovre vagali ed adenosina. Arriva al PS per recente episodio di palpitazioni. Come referteresti il suo ECG attuale?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Tachicardia giunzionale


  • B) Fibrillazione atriale


  • C) Tachicardia nodale


  • D) WPW


  • E) Ritmo sinusale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Ritmo sinusale. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 60 bpm. Normale conduzione AV ed IV.  Anomalie aspecifiche del recupero.”

22 di 25 Domande

Uomo di 70 anni con dolore toracico e dispnea. Viene eseguito il tracciato ECG con evidente STEMI. Il paziente pertanto viene portato in sala per coronarografia e probabile angioplastica. Quale vaso e' piu' probabilmente occluso?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Interventricolare posteriore


  • B) Interventricolare anteriore distale


  • C) Interventricolare anteriore prossimale


  • D) Circonflessa


  • E) Tronco comune


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta probabile occlusione di interventricolare anteriore prossimale, in quanto il sopraslivellamento del tratto ST è diffuso nelle precordiali sia anteriori che più lateralmente, quindi nel tratto probabilmente più vicino al circonflesso o al marginale. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 100 bpm. Normale conduzione AV. Sopraslivellamento del tratto ST (tombstone-like) in V2-6. QS in V2-4 e in III.  Anomalie secondarie del recupero.”

23 di 25 Domande

Si esegue il tracciato in paziente di 45 anni con dolori simil anginosi e vi viene riportato questo referto. Qual e' la diagnosi piu' probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Destrocardia


  • B) Errata posizione degli elettrodi


  • C) Situs inversus


  • D) Ritmo sinusale


  • E) STEMI


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Errara posizione degli elettrodi. In particolare il paziente è mesocardico e da ciò si evidenzia la scarsa progressione della R, che comunque è anche presente nella destrocardia, seppur con voltaggi negativi nelle sx, ma senza una R così ampia. L’inversione degli elettrodi destro e sx sono immediatamente evidenti in I e AVR che avranno direzione invertita rispetto quella attesa. Infatti, il referto mostra: “Ritmo apparentemente atriale sx a FC 75 bpm. Normale conduzione AV. Deviazione assiale dx estrema. Scarsa progressione della R.”

24 di 25 Domande

Quali considerazioni non si possono effettuare in questo paziente di 50 anni, che arriva dispnoico e cianosi alle estremita' al Pronto Soccorso?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Il paziente potrebbe avere ipertensione polmonare


  • B) Il tracciato potrebbe essere frutto di un errato posizionamento degli elettrodi


  • C) E’ sicuramente destrocardia


  • D) Il tracciato ha un blocco bi-fascicolare


  • E) Presenza di tachicardia


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Per il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, non si può dire sicuramente che abbia destrocardia, salvo altre evidenze all’imaging e all’esame obiettivo, contro questo ipotesi è però il normale direzionamento del vettore AP, positivo in I, AVLed inferiori, negativo in AVR. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC  100 bpm. Anomalie dell’atriogramma come da ingrossamento atriale dx. Normale conduzione AV. Emiblocco anteriore sx. Prevalenza delle sezioni dx con associato BBdx completo (QRS 120 ms) con associate onde T invertite e profonde.”

25 di 25 Domande

Paziente 20 anni con palpitazioni. Qual e' la diagnosi in base piu' probabile in base all’ECG?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Tachicardia ventricolare


  • B) Tachicardia sopraventricolare da probabile rientro AV


  • C) Tachicardia sopraventricolare da probabile rientro nodale


  • D) Ritmo sinusale


  • E) Fibrillazione atriale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta tachicardia sopraventricolare da probabile rientro nodale, in quanto si tratta di una tachicardia a QRS stretti in un giovane con P retrocondotta subito dopo il QRS e prima della T, a cui segue un nuovo complesso QRS. Infatti, il referto mostra: “Tachicardia da rientro nodale a FC di 140 bpm.  Anomalie aspecifiche del recupero.”

Consegna il Compito!

Consegna il compito!


Tempo Rimasto 25 minuti!

Dottore, non aggiorni questa pagina prima del completamento della correzione.
Clicchi su "Consegna il Compito" per ottenere la correzione del compito.

consegna il compito