Simulazione

Cliccando in alto a destra sul pulsante "+" e' possibile "Consegnare", "Salvare e Interrompere", "Salvare e Continuare" il compito.

1 di 25 Domande

Paziente di 50 anni, impiantato 10 anni fa. Con quale modalita' ed a quale frequenza e' impostato il suo pacemaker?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) VDD a FC 55 bpm


  • B) VVI a FC 100 bpm


  • C) VVI a FC 55 bpm


  • D) AAI a FC 60 bpm


  • E) V00 a FC 55 bpm


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Il paziente del caso clinico, in base ai reperti clinico-anamnestici e all’ECG, presenta pacemaker in modalità VVI a FC 55 bpm. Infatti il referto mostra: “Ritmo da Pacemaker in modalità VVI a FC media di 55 bpm. Anomalie secondarie del recupero”

2 di 25 Domande

In questo paziente con device elettrostimolante, qual e' il piu' probabile ritmo sottostante tra quelli indicati?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Flutter atriale


  • B) Ritmo atriale basso


  • C) Ritmo sinusale


  • D) BAV III grado


  • E) TV


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Il paziente del caso clinico, in base ai reperti clinico-anamnestici e all’ECG, presenta Flutter atriale. Infatti il referto mostra: “Flutter atriale a stimolazione ventricolare elettroindotta (modalità VVI) a FC media di 60 bpm. Anomalie secondarie del recupero”

3 di 25 Domande

Siete in UTIC e purtroppo i monitor non sono funzionanti. Uno dei pazienti ha perso completamente i sensi. I suoi parametri vitali sono FC 200 bpm, SpO2 88%, PA 70/50 mmHg. Si esegue un ECG che evidenzia tale quadro. Quale delle seguenti affermazioni e' corretta?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Tachicardia ventricolare polimorfa, la cui causa puo' essere un QT lungo o alterazione elettrolitica (es. Ipopotassemia, ipomagnesemia, ecc..)


  • B) Tachicardia ventricolare monomorfa, suscettibile di cardioversione elettrica


  • C) Torsione di punta, suscettibile a cardioversione farmacologica con amiodarone


  • D) Tachicardia ventricolare fascicolare, verapamil sensibile


  • E) Nessuna delle precedenti


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Il paziente del caso clinico, in base ai reperti clinico-anamnestici e all’ECG, presenta Tachicardia ventricolare polimorfa, la cui causa può essere un QT lungo o alterazione elettrolitica (es. Ipopotassemia, ipomagnesemia, ecc..). Infatti il referto mostra: “Tachicardia ventricolare polimorfa (torsione di punta) a FC media di 300 bpm”

4 di 25 Domande

Paziente di 50 anni, di origine caraibica e sportivo (da poco in Italia), con dolore toracico a sforzi moderati. Esegue direttamente ECG senza effettuare visita cardiologica, che vi viene mandato per via telematica. Il paziente ha un’anamnesi muta per patologie cardiovascolari ed e' un forte fumatore. Quale diagnosi e' la meno probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Displasia aritmogena del ventricolo dx


  • B) Cardiomiopatia ipertrofica


  • C) Patologia aterosclerotica del tratto più prossimale della discendente anteriore


  • D) BBdx completo di nuova insorgenza


  • E) Cuore d’atleta


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la  A
Per il paziente del caso clinico, in base ai reperti clinico-anamnestici e all’ECG, è meno probabile che presenti Displasia aritmogena del ventricolo dx. Infatti il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 60 bpm. Normale conduzione AV. BBdx completo (QRS 110 ms). Complessi QRS ad ampio voltaggio con onde T invertite e profonde diffuse, soprattutto in V3-6”

5 di 25 Domande

Paziente di 74 anni, dispnoico e con angina a sforzi lievi, SpO2 85% PA 90/50 mmHg GCS 12  Fc 50 bpm. La paziente ha anamnesi positiva per pregressi episodi di polmonite da Stafilococco Aureus e  di piu' ricoveri per riacutizzazione BPCO,  presenza di ipertensione arteriosa. Il tracciato evidenzia numerosi reperti. Quali tra questi non e' presente?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) STEMI anteriore piu' blocco senoatriale di II grado Mobitz 2


  • B) Extrasistole sopraventricolare


  • C) STEMI anteriore piu' extrasistole sopraventricolare


  • D) Fc 75 bpm


  • E) STEMI anteriore piu' BAV III grado


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
Il paziente del caso clinico, in base ai reperti clinico-anamnestici e alla base dell’ECG, non  presenta STEMI anteriore + BAV III gradoInfatti il referto mostra: “Ritmo sinusale a Fc 75 bpm. Fase di blocco seno-atriale   di II grado Mobitz 2. Sopraslivellamento del tratto ST-T in V2-V5. QS in V1-2. Singolo BESV. Anomalie secondarie del recupero”

6 di 25 Domande

Paziente anziana di 90 anni giunge al PS per perdita dei sensi. Il suo GCS e' 7. Parametri vitali: PA 80/50 mmHg, SpO2 91 %, FC 120 bpm. In anamnesi (riportato dai parenti): fibrillazione atriale parossistica, ipertensione arteriosa,  dislipidemia, calcolosi biliare, pregresso  ictus emorragico e cardiopatia ischemica cronica con pregresso impianto di stent sul I diagonale della discendente anteriore. Viene pertanto eseguito il tracciato ed effettuato il prelievo enzimatico. Quale di queste combinazioni e' piu' probabile sulla base dei reperti a nostra disposizione?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Flutter atriale ed NSTEMI


  • B) Fibrillazione atriale e STEMI anteriore


  • C) Fibrillazione atriale ed NSTEMI


  • D) Fibrillazione atriale e STEMI posteriore


  • E) Fibrillazione atriale ed occlusione del tronco comune


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Fibrillazione atriale ed occlusione del tronco comune. Infatti, il referto mostra: “Aritmia da fibrillazione atriale a FC media di 180 bpm. Sopraslivellamento del tratto ST-T in AVR. Sottoslivellamento diffuso del tratto ST-T (V2-6, I, II, AVL). Anomalie secondarie del recupero”

7 di 25 Domande

Paziente di 80 anni con astenia e dispnea. Parametri nella norma, eccetto Fc 40 bpm. Quale delle seguenti affermazioni e' piu' probabilmente vera?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Blocco AV II grado Mobitz 1, responsivo all’utilizzo di isoprenalina


  • B) Blocco AV II grado Mobitz 2, responsivo all’utilizzo di isoprenalina


  • C) Blocco AV II grado Mobitz 1, non responsivo a farmaci, ma solo a pacing


  • D) Blocco AV II grado Mobitz 1, non responsivo a farmaci, ma solo a pacing cardiaco


  • E) Blocco AV I grado, non necessitante di terapia


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Blocco AV II grado Mobitz 1 (PR si allunga progressivamente fino a quando una P non è seguita da un QRS), responsivo all’utilizzo di isoprenalina (essendo verosimilmente il blocco soprahissiano si può cercare di superarlo, stimolando il NAV). Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale con blocco AV II grado Mobitz 1 (periodismo di Wenckelbach) a FC 40 bpm. Lieve ritardo dx. Anomalie aspecifiche del recupero”

8 di 25 Domande

Quale delle seguenti affermazioni non e' corretta sulla base di questo ECG in paziente di 50 anni asintomatico?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Puo' essere una condizione fisiologica


  • B) E’ causata da aumento del tono vagale


  • C) Puo' essere causato da uso di digitale


  • D) E’ una tachicardia atriale multifocale


  • E) E’ presente spesso nel sonno


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, non presenta una tachicardia atriale multifocale. Infatti, il referto mostra: “Ritmo da segnapassi migrante a FC media di 60 bpm. Anomalie aspecifiche del recupero.”, in quanto non c’è tachicardia e il ritmo è retto da P di 3 diverse morfologie. ​​​​​​​

9 di 25 Domande

Visita medico-sportiva in paziente di 24 anni, asintomatico e con anamnesi muta per sincopi o altri eventi cardiovascolari. Qual e' la diagnosi piu' probabile?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Semplice ritmo sinusale


  • B) Tachicardia atriale multifocale


  • C) Fibrillazione atriale


  • D) Ritmo da segnapassi migrante


  • E) Ritmo atriale basso


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta semplice ritmo sinusale. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC media di 60 bpm. Normale conduzione AV ed IV. Anomalie aspecifiche del recupero.”

10 di 25 Domande

Paziente di 50 anni con LES e dispnea intensa. Polso tachicardico a FC 120 bpm. Viene effettuato l’ECG. Quale sospetto e' quello maggiore?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Attacco di panico


  • B) Flutter atriale


  • C) Embolia polmonare


  • D) riacutizzazione BPCO


  • E) Infarto del miocardio acuto


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Embolia polmonare. Infatti, il referto mostra: “Tachicardia sinusale a Fc 125 bpm. Normale conduzione AV. Lieve ritardo dx. Presenza di S1Q3T3. Anomalie del recupero diffuse (T negative in inferiori e in V1-5).”

11 di 25 Domande

Il seguente ECG e' quello di un ischemico, che pero' ha superato ampiamente quello che e' il timing della rivascolarizzazione per via della concomitante sintomatologia da sospetto COVID 19 (febbre e affanno). Quali non sono tra questi i segni al tracciato che evidenziano l’interessamento ischemico del paziente?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Riduzione del tratto ST-T in laterali


  • B) Lieve sopraslivellamento del tratto ST-T in inferiori


  • C) Deviazione assiale sx


  • D) Scarsa progressione della R


  • E) QS in inferiori


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la C.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta i segni di ischemia sovrascitti, ma a questi non appartiene la deviazione assiale sx. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 75 bpm. Normale conduzione AV (PR 180 ms). QS in inferiori (III e AVF) con concomitante lieve sopraslivellamento del tratto ST-T. Sottoslivellamento del tratto ST-T in laterali. Anomalie secondarie del recupero.”, come da STEMI subacuto. ​​​​​​​

12 di 25 Domande

Un ragazzo di 23 anni esegue ECG per semplice controllo. I reperti mostrano varie anomalie, quali tra queste non e' presente?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) AP diretto in basso a dx (AP tra 150 e 90 gradi)


  • B) Errato posizionamento di elettrodi superiori


  • C) Deviazione assiale dx estrema


  • D) AQRS diretto a dx (150-180 gradi)


  • E) Scarsa progressione della R


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, non presenta Errato posizionamento di elettrodi superiori, ma tutti i segni tipici di una destrocardia, in quanto, oltre la buona visibilità delle onde P è evidente che le precordiali mostrano complessi più positivi nelle sezioni dx che in sx. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 60 bpm. Normale conduzione AV (PR 140 ms). Deviazione assiale dx con I e AVL negativi ed AVR positivo.  Anomalie secondarie del recupero.”, come da destrocardia.

13 di 25 Domande

Vi viene inviato durante la vostra guardia in UTIC questo tracciato sulla rete IMA. Cosa mostra il tracciato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) BBdx


  • B) Aspetto rSR’ in V1-3


  • C) STEMI anteriore


  • D) BBsx


  • E) Segni di ipertrofia ventricolare dx


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Blocco di Branca sx, in quanto è presente aspetto QS alle precordiali dx e scomparsa di onde q settali in precordiali sx, oltre che aspetto M shaped (maggiormente visibile in I e AVL)  e le anomalie secondarie del recupero. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 85 bpm. Normale conduzione AV (PR 180 ms). Blocco di branca sx con anomalie del recupero secondarie associate. ​​​​​​​

14 di 25 Domande

Vi e' arrivato questo tracciato dal PS per paziente con dispnea. Quale indicazione dareste?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Coronarografia diretta


  • B) Studio elettrofisiologico


  • C) Si invia il paziente dallo pneumologo


  • D) Attenta valutazione clinico-anamnestica e laboratoristica


  • E) Si rinvia a domicilio il paziente


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Per il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, l’indicazione è un’attenta valutazione clinico-anamnestica e laboratoristica, in quanto è importante visualizzare se il BBsx sia di nuova insorgenza, se si associa a sintomi tipici o all’aumento dei biomarker di necrosi. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 100 bpm. Normale conduzione AV. Blocco di branca sx. Anomalie del recupero aspecifiche.

15 di 25 Domande

Il tracciato di sopra evidenzia un’ occlusione del tronco comune. Da cosa lo si puo' evidenziare?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Sottoslivellamento diffuso del tratto ST-T


  • B) Non lo si puo' evidenziare dal tracciato


  • C) Onde Q necrotiche


  • D) Alta frequenza


  • E) Nessuna delle precedenti


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
Per il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, l'occlusione del tranco comune non si evidenzia con nessuna delle opzioni, in quanto è evidenziato dal sottoslivellamento ST nelle varie derivazioni, ma insieme al sopraslivellamento del tratto ST in AVR. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC di 100 bpm. Normale conduzione AV. Sopraslivellamento del tratto ST-T in AVR. Sottoslivellamento del tratto ST-T diffuso, in particolare in inferiori e in V3-6 Anomalie scondarie del recupero.

16 di 25 Domande

Il tracciato sopra rappresentato mostra delle onde di De winter in un paziente sintomatico per angina. A quale quadro sono solitamente sono associate?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Infarto del miocardio acuto tipo NSTEMI


  • B) Infarto del miocardio acuto tipo STEMI


  • C) Pericardite


  • D) Miocardite


  • E) Sono anomalie aspecifiche del recupero


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Infarto del miocardio acuto tipo STEMI. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 55 bpm. Normale conduzione AV. Sottoslivellamento del tratto ST in precordiali (V2-V6)  con andamento ascendente ed onde T alte (onde di De Winter)).”

17 di 25 Domande

Una signora anziana si reca al PS per dispnea da poche ore. Ha problemi cognitivi, per cui non ricorda nulla della sua storia o se assume una terapia. Viene effettuata esame obiettivo che evidenzia: MV aspro e crepitii basali, oltre che toni ritmici e validi con soffio sistolico II/VI puntale. La sua PA e' 180/90 mmg. Quale tra le seguenti risposte a riguardo e' quella vera?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) NSTEMI con indicazione a rivascolarizzazione a 24 h


  • B) STEMI anteriore con indicazione a rivascolarizzazione immediata


  • C) STEMI dx con indicazione a rivascolarizzazione immediata


  • D) STEMI posteriore con indicazione a terapia medica


  • E) STEMI postero-infero-laterale con indicazione a rivascolarizzazione immediata


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta STEMI postero-infero-laterale con indicazione a rivascolarizzazione immediata. In tal caso secondo il primo criterio di Sgarbossa è presente sopraslivellamento del tratto ST-T maggiore di 2.5 mm  in presenza di QRS positivo. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC 75 bpm. Normale conduzione AV. BBsx completo.  Onde QS in III e AVF. Sopraslivellamento del tratto ST-T in inferiori e precordiali laterali (V5-V6) . Sottoslivellamento del tratto ST-T in V1-2. Anomalie secondarie del recupero.”

18 di 25 Domande

Quali elementi nel seguente tracciato lasciano optare per una fibrillazione atriale?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Assenza di onde P ed RR irregolari


  • B) Emiblocco anteriore sx


  • C) Anomalie aspecifiche del recupero


  • D) La sola assenza delle onde P


  • E) Piu' onde P prima del QRS


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Assenza di onde P ed RR irregolari.     Infatti, il referto mostra: “Aritmia da fibrillazione atriale a FC media di 90 bpm. Anomalie aspecifiche del recupero.”

19 di 25 Domande

Ragazzo di 26 anni con episodi di palpitazioni esegue visita cardiologica. Al momento della visita non ha sintomi, all’esame obiettivo soffio puntale I/VI e all’ECG questo quadro. Quale delle seguenti affermazioni e' la piu' corretta?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Pattern Brugada tipo 2 da approfondire con test alla flecainide


  • B) Pattern Brugada tipo 1 con impianto di defibrillatore


  • C) Pattern Brugada tipo 3 da approfondire con test alla flecainide


  • D) Anomalie aspecifiche da recupero, che non richiedono alcun approfondimento, se non Holter per valutare le variazioni dell’ECG al momento delle palpitazioni


  • E) TPSV


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Anomalie aspecifiche da recupero, che non richiedono alcun approfondimento, se non Holter per valutare le variazioni dell’ECG al momento delle palpitazioni. Non è presente nessun aspetto Brugada, dato che non c’è nessun blocco di branca dx e nessun sopraslivellamento del tratto ST; inoltre non è presente nessuna tachicardia spiccata. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC  80 bpm. Normale conduzione AV e IV. Anomalie aspecifiche del recupero.”

20 di 25 Domande

Alla valutazione di questo ECG , sono evidenti vari reperti, tranne uno. Quale?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Ritmo di scappamento giunzionale accelerato


  • B) Fibrillazione atriale


  • C) Segni di sovraccarico dx


  • D) Anomalie del recupero


  • E) Segni di ipertrofia ventricolare sx


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la E.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, non presenta Segni di ipertrofia ventricolare sx, ma tutti gli altri, in quanto non sono evidenti onde P (F.A.), il ritmo è regolare e a basse frequenze, anche se alte per uno scappamento giunzionale (ritmo di scappamento giunzionale), inoltre la conduzione è rallentata a dx con positività dei QRS nelle precordiali dx (segni di sovraccarico dx). Infatti, il referto mostra: “Fibrillazione atriale con ritmo di scappamento giunzionale a FC  55 bpm. Segni di sovraccarico e prevalenza dx. Anomalie secondarie del recupero.”

21 di 25 Domande

Paziente di 55 anni che si dirige al PS per sporadica precordialgia. L’anamnesi e' positiva per diabete mellito tipo 2, ipertensione arteriosa e dislipidemia, oltre che per abitudine tabagica. Il paziente esegue i prelievi ematici e l’ECG. Quale delle seguenti affermazioni e' la piu' corretta?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Per le opportune considerazioni, bisogna attendere il risultato dei prelievi ematici


  • B) Il paziente ha uno STEMI e quindi deve essere portato immediatamente in sala di emodinamica


  • C) Il paziente puo' essere definito NSTEMI gia' da ora


  • D) L’NSTEMI in questione e' ad altissimo rischio e deve essere portato in sala


  • E) La prossima valutazione deve essere effettuata almeno a 6 h


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Per il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, bisognerebbe attendere i risultati dei prelievi ematici e la visualizzazione dei valori enzimatici, in quanto è da questi che si definisce l’NSTEMI, e nel caso ripeterli ad 1 o 3 h. La valutazione del trattamento nel caso di positività enzimatica dipende dalla stratificazione del rischio. Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC  90 bpm.  Normale conduzione AV. Emiblocco anteriore sx.  Anomalie aspecifiche del recupero.”

22 di 25 Domande

Un ragazzo di 26 anni, si reca al vostro studio per sensazioni di cardiopalmo, eseguite visita cardiologica ed ECG. Parametri: PA 110/60 mmHg, SpO2 98%, Fc 200 bpm. EO: Toni tachicaritmici, pause libere. In base al tracciato cosa potete fare?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Infusione continua di adenosina


  • B) Bolo di adenosina


  • C) Infusione di amiodarone


  • D) Si fa ponzare il paziente


  • E) Pressione su globi oculari


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la D.
Per il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, bisognerebbe eseguire il ponzamento, in quanto è sempre la prima scelta nel paziente stabile (anche per effettuare diagnosi di tipologia di TPSV) e in generale le manovre vagali (eccetto la pressione sui globi che è pericolosa) sono anche le uniche che si possono effettuare in un ambiente non controllato. Infatti, il referto mostra: “Tachicardia nodale a FC  150 bpm.  Anomalie aspecifiche del recupero.”

23 di 25 Domande

Quali alterazioni sono evidenti al tracciato mostrato?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Blocco di branca dx completo


  • B) Deviazione assiale dx


  • C) Blocco di branca sx


  • D) Emiblocco anteriore sx


  • E) Brugada tipo 1


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la A.
Il paziente, in base ai reperti clinico anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta blocco di branca dx completo, in quanto il QRS è slargato e l’aspetto è quello rSR1, in assenza di netta negativizzazione di I e AVL (e quindi di deviazioni assiale dx). Infatti, il referto mostra: “Ritmo sinusale a FC  80 bpm.  Normale conduzione AV. BBdx completo (QRS 120 ms).  Anomalie secondarie del recupero.”

24 di 25 Domande

Quali affermazioni riguardo il tracciato sopra evidenziato e' vera?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) I ventricoli sono stimolati a blocco di branca dx


  • B) La stimolazione e' unicamente atriale


  • C) La stimolazione e' a blocco di branca sx


  • D) La frequenza e' di 100 bpm


  • E) Il ritmo spontaneo e' a blocco di branca sx


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico-anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta stimolazione unicamente atriale, in quanto gli spike precedono solo le onde P ed i QRS ventricolari sono spontanei, seppur condotti a blocco di branca dx. Infatti, il referto mostra: “Ritmo da PM, in modalità AAI, a FC 60 bpm. Ritmo ventricolare spontaneo a conduzione a blocco di branca dx. Anomalie aspecifiche del recupero.”

25 di 25 Domande

Qual e' la diagnosi piu' probabile in questo paziente con storia di palpitazioni?

product image

Sfoglia Il Nostro Libro
Leggi Il Primo Capitolo

  • A) Fibrillazione atriale


  • B) Tachicardia atriale multifocale


  • C) Segnapassi migrante


  • D) Flutter atriale


  • E) Tachicardia nodale


  • F) Non seleziono nessuna risposta


Utenti che rispondono correttamente: 50%
La risposta corretta è la B.
Il paziente, in base ai reperti clinico-anamnestici e all’elettrocardiogramma, presenta Tachicardia atriale multifocale, in quanto c’è elevata variabilità tra le onde P come morfologia ed intervallo PP, oltre che variabilità dell’RR . Infatti, il referto mostra: “Tachicardia atriale con differenti morfologia dell’onda P (PP e RR irregolari) a  FC media di 105 bpm. Alcuni battiti condotti con aberranza. Anomalie aspecifiche del recupero.”

Consegna il Compito!

Consegna il compito!


Tempo Rimasto 25 minuti!

Dottore, non aggiorni questa pagina prima del completamento della correzione.
Clicchi su "Consegna il Compito" per ottenere la correzione del compito.

consegna il compito